Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

I GIOVANI DELL’ACCAMPAMENTO CON L’ORCHESTRA SCARLATTI AL TEATRO SANNAZARO


I GIOVANI DELL’ACCAMPAMENTO CON L’ORCHESTRA SCARLATTI AL TEATRO SANNAZARO
14/10/2008, 14:10

 

Ultimo giorno a Napoli per i ragazzi e le ragazze del primo turno dell’Accampamento, all’insegna della musica dell’Orchestra Scarlatti. Tra violini e canti popolari accompagnati dal suono della tammorra, il direttore dell’orchestra Gaetano Russo ha coinvolto i cento giovani dell’Accampamento e le II e III classi della scuola media statale “Carlo Levi” di Scampia, dal palco del Sannazaro.
“Non può esistere un mondo senza rispetto e senza pace” queste le parole di Nicola Odddati, presidente della consulta del forum e del direttore Russo, che ha chiesto ai ragazzi e le ragazze cosa accadrebbe ad un’orchestra se i musicisti non seguissero le regole, con l’obiettivo di dimostrare con la musica la metafora dell’integrazione tra popoli.
Le note disordinate dell’orchestra hanno infatti immediatamente richiamato ad un giovane napoletano il concetto di “guerra”. Mentre le piacevoli sinfonie, che hanno trasmesso un messaggio di pace, hanno divertito i ragazzi e le ragazze al punto da salire sul palco dove hanno cantato e ballato. 
Alla chiusura dello spettacolo, tra commozione e gioia, i giovani provenienti dai dieci paesi di tutto il mondo si sono scambiati un forte abbraccio musicale sulle note della celebre “Imagine”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©