Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

I giovani di Napoli ridisegnano la città


I giovani di Napoli ridisegnano la città
29/06/2011, 09:06

Venerdì 1 Luglio alle ore 17.00 ad Incampus, Via Mezzocannone 14 a Napoli le associazioni cittadine presenteranno la loro idea di città ai nuovi assessori della giunta De Magistris. L'evento a cura delle associazioni Caracol e Jolie Rouge, sarà il momento finale di una due giorni di Open Space Technology, in cui le associazioni giovanili della città si confronteranno su vari temi e da cui scaturirà un documento contenente l'idea di città che hanno i giovani che vivono a Napoli.

La campagna elettorale del neo-eletto Sindaco, Luigi De Magistris, ha visto tra i punti i forza l'appoggio dei giovani e delle realtà associative di questa città, consolidati anche dal manifesto valore attribuitogli nei punti del suo programma elettorale oltre che nelle dichiarazioni pubbliche.
La necessità di cambiamento delle istituzioni in una città come Napoli può e deve partire dal punto di vista dei giovani per scampare all'empasse in cui, ormai da anni, la città è finita, tornando a dare fiducia e spazio ad una categoria che segna purtroppo il nocciolo debole della società italiana.
Per questo motivo, le associazioni, Caracol e Jolie Rouge, si sono proposte di organizzare un Open Space Technology con tutte le realtà associative giovanili, gruppi informali e singoli giovani della città che vorranno prenderne parte, che si svolgerà Giovedì 30 Giugno a partire dalle ore 10, presso InCampus in Via Mezzocannone 14 per creare un momento di confronto sulle tematiche cittadine.
Il giorno seguente, Venerdì 1 Luglio, alle ore 10 in seduta plenaria verrà elaborato un testo di sintesi dei tavoli che verrà poi presentato ai rappresentanti della giunta interessati alle ore 17, in un incontro pubblico dal titolo "2001-2011: Dalla zona rossa all'invasione di campo", a sottolineare il cambiamento nel confronto tra i giovani e le istituzioni a dieci anni dal Global Forum di Napoli, con una necessaria e richiesta invasione dei giovani in un campo da cui sono continuamente esclusi: la politica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©