Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

I lavoratori del Napoli Teatro Festival Italia “ringraziano” la città


I lavoratori del Napoli Teatro Festival Italia “ringraziano” la città
09/02/2011, 13:02

I lavoratori del Napoli Teatro Festival Italia raccontano in piazza tre anni di storia e “ringraziano” la città Giovedì 10 febbraio, ore 20.30, Galleria Umberto I con l'evento Iohofattoilfestival, una manifestazione che i lavoratori del Napoli Teatro Festival Italia hanno organizzato per chiedere sostegno e “ringraziare” la città giovedì 10 febbraio, alle ore 20.30, in Galleria Umberto I. ecco le dichiarazioni dell'organizzazione dell'evento: "Il gruppo di professionisti, napoletani e provenienti da molte città italiane, che ha dato vita al primo triennio del festival ha subito la revoca, su richiesta della Regione Campania, di quasi tutti contratti di lavoro o il mancato rinnovo per l’attuazione del decreto legge n. 78/10 convertito in L.122/2010. Ad oggi, alla luce dei tagli alla cultura e delle politiche culturali che la nuova giunta regionale sta operando, il Napoli Teatro Festival Italia con questa squadra di lavoro non ci sarà più, a partire già dalla prossima edizione che si sarebbe dovuta tenere dall’8 al 26 giugno 2011 e per la quale era già pronto il programma. A questo si aggiunge il danno arrecato a quelle compagnie teatrali in Italia e all’estero già al lavoro e in prova per la creazione dei loro spettacoli e a quanti sarebbero stati coinvolti a vario titolo a collaborare sul territorio cittadino, regionale, nazionale ed internazionale. Il nostro obiettivo è organizzare un saluto che non vuole avere il tono di una FESTA, ma riunire quanti hanno partecipato: da artisti a professionisti attivi in diversi luoghi del mondo, dai giovani alle maestranze che numerosi hanno trovato uno spazio di espressione, di crescita professionale nonché occupazionale. Non poteva quindi mancare un saluto a Napoli e a chi ha contribuito al crescente successo della manifestazione, ringraziando tutti con un appuntamento a cui parteciperanno artisti, organizzatori, fornitori, partner nazionali ed internazionali, aziende direttamente coinvolte come sponsor, albergatori, taxisti, ristoratori e ditte di trasporto private, interpreti, traduttori, stagisti, volontari e chiunque abbia lavorato al e per il Festival o lo abbia vissuto e seguito come spettatore. Video-dediche di artisti e compagnie teatrali saranno proiettate sugli schermi allestiti in Galleria per l’occasione, tra questi quello di Alexander Zeldin, Gustavo Tambascio, Ismael Ivo, Roberto Andò, Jan Fabre, Alba Clemente, Giorgio Barberio Corsetti, Ming Wong, Haris Pasovic, il Festival Internazionale di Sibiu, Ivan Cotroneo, Marisa Laurito, Alessandro Gassman, Nidal Al Achakar, Matthew Lenton, Carlo Presotto, Enrico Frattaroli, Fanny&Alexander, Arturo Cirillo, Benedetto Sicca, Marco Cacciola e Daniele Pilli, Sara Sole, Michelangelo Dalisi, Manuela Cherubini, Francesco Villano, i ragazzi Accademia della Danza Biennale di Venezia, a tanti altri; performance spontanee di Mariano Bauduin,  Funny&Alexander, Maria Nazionale, Ramblas e Marco Messina.  Questo il programma dell’evento. Tanti saranno i presenti tra artisti, operatori, tecnici e quanti hanno fatto questi tre anni di Festival.  Inoltre, dalle ore 18, su alcuni monumenti della città, tra cui Castel dell’Ovo e Real Albergo dei Poveri saranno proiettate immagini di spettacoli, backstage e momenti significativi dei tre anni del festival. Iohofattoilfestival sarà realizzato grazie al contribuito gratuito di tutti gli artisti, i lavoratori e fornitori coinvolti.".

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©