Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

I lavori del Collettivo Latrones in mostra da “Ubik”


I lavori del Collettivo Latrones in mostra da “Ubik”
07/11/2011, 09:11

Napoli - Per la prima volta in assoluto il Collettivo Latrones presenta i propri lavori a Napoli. L’appuntamento è fissato per il prossimo 12 novembre, con inizio alle 18.30, presso la libreria Ubik di via Benedetto Croce. Non una semplice esposizione, ma un’occasione di incontro e di dibattito su Napoli e la Campania, con l’intervento, tra gli altri, di Alessandro Iacuelli giornalista free lance nonché autore del libro “Le vie infinite dei Rifiuti” nonché del vice-sindaco e assessore all’ambiente del comune partenopeo Tommaso Sodano. Per l’occasione, il Collettivo presenterà una serie di lavori di social advertising su temi come il disastro ambientale, la lotta alla camorra, il nuovo protagonismo civico che negli ultimi tempi anima la città capoluogo di regione. Dal febbraio 2010 Latrones raggruppa graphic designers, fotografi e narratori originari di Terra di Lavoro. Il Collettivo si occupa di tematiche ad alto impatto sociale e tenta di rappresentare la complessa realtà di una provincia del Sud Italia – paradigmatica dello stato di degrado di un intero paese – puntando su una comunicazione visiva diretta e immediata. “Il nostro obiettivo – spiegano gli esponenti del Collettivo – è quello di veicolare messaggi scomodi che il più delle volte sono la sintesi estrema di inchieste giudiziarie o episodi di cronaca, ma anche di pubblicazioni settoriali, di modo che, si diffonda la conoscenza attraverso l’immagine, molto più fruibile della parola scritta. L’obiettivo è quello di indignare, di diffondere conoscenza per risvegliare le coscienze”. Non a caso, nell’ambito dell’esposizione ad Ubik, verranno presentate due tavole realizzate su input dei reportages di Iacuelli. Ad oggi numerosi media nazionali e locali si sono occupati in diverse occasioni delle attività del collettivo: dal corriere.it al quotidiano Terra, passando per il Mattino e Vanity Fair. Alcuni lavori del Collettivo sono stati esposti al museo di Arte contemporanea di Teheran e nella città universitaria giapponese di Fukuoka. Negli ultimi mesi, i lavori dei Latrones sono stati esposti anche in tredici eventi svoltisi in provincia di Caserta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©