Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

I Muse: "Pagata tangente per il concerto all'Olimpico"


I Muse: 'Pagata tangente per il concerto all'Olimpico'
29/07/2013, 17:19

ROMA - Avrebbero pagato una «tangente, cosi come hanno dichiarato: «we had to bribe people with thousands of euros» - per utilizzare i fuochi di artificio durante il loro concerto allo Stadio Olimpico di Roma. Lo rivela in un'intervista al The Sun (e se fosse vero sarebbe un fatto gravissimo) il frontman dei The Muse, Matt Bellamy. Nell'intervista al noto tabloid inglese (pubblicata il 26 luglio sulla versione online, ndr), infatti, Bellamy ha raccontato che per portare in giro per stadi e arene il loro imponente show, si trovano spesso di fronte a difficoltà: «Tutte le volte abbiamo dei problemi: abbiamo contabili e legali che devono discutere con ogni tipo di ente locale, polizia e promoter». E per citare un esempio rivela appunto che a Roma, dove si sono esibiti lo scorso 6 luglio «abbiamo dovuto pagare una tangente di diverse migliaia di euro per essere autorizzati a sparare fuochi d'artificio - si legge sul Sun - Abbiamo dovuto telefonare all'Ambasciata Britannica a Roma per parlare con qualche responsabile».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©