Cultura e tempo libero / Happy hour

Commenta Stampa

La lista di nozze si fa dal chirurgo estetico

I promessi sposi del XXI secolo


I promessi sposi del XXI secolo
15/09/2010, 09:09

Nei “Promessi sposi”, il romanzo più famoso della letteratura italiana, scritto da Alessandro Manzoni nel 1827, si narra la storia di due giovani innamorati, Renzo e Lucia, che negli anni del XVII Secolo, in un paesino vicino Lecco, subiscono il sopruso di in signorotto, un certo Don Rodrigo che, invaghito della giovane Lucia, intimidisce il curato Don Abbondio affinché desista dal celebrarne il matrimonio.
I promessi sposi del XXI secolo, invece, sono alle prese con altri problemi, di ordine economico. Un matrimonio che si rispetti, già da tempo, prevede una lista di nozze. Nobile intento per aiutare i neo sposi ad arredare la casa e a rendere fiabesco il momento del sì. Lo stile di vita, però, nel corso degli anni, è notevolmente cambiato. Il superfluo è diventato necessario, tanto che nelle liste di nozze troviamo richieste dispendiose come viaggi, completi di posate in argento, brocche di cristallo e ogni sorta di bene di lusso.
Dagli Stati Uniti arriva una nuova tendenza a mischiare le carte in tavola: il “wedding surgey”, ovvero la lista di nozze si fa dal chirurgo estetico. I nuovi promessi sposi oggi hanno altre esigenze, forse perché arrivano all’altare in tarda età, voglio essere perfetti e giovani in quel giorno particolare. Ed ecco che le donne, le future moglie e madri, vogliono un seno più pieno e gli uomini puntano ad addominali scolpiti.
Donne timide e risolute come Lucia, oggi sarebbero alla ricerca di un significato autentico nel matrimonio. Sarebbero fiere di mostrarsi così come sono. La moda che vuole le donne sempre più giovani e perfette, sta trasformando i volti, le espressioni di chi, per fragilità emotiva, per sentirsi trendy o perché non ha altri scopi nella vita, decide di sottoporsi alla chirurgia plastica, non preoccupandosi di guardarsi allo specchio e non riconoscersi più.

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©