Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

I racconti delle Donne. Le Donne raccontano


I racconti delle Donne. Le Donne raccontano
06/03/2013, 11:30

Il 7 marzo alle ore 9,15 lantisala dei Baroni del Maschio Angioino ospiterà l’iniziativa “I racconti delle donne. Le donne raccontano”, un incontro per riflettere sulle storie delle donne e sulle narrazioni al femminile attraverso varie prospettive.

 

Dopo i saluti istituzionali dell’ Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Napoli, Giuseppina Tommasiello, presenterà il progetto Casa della cultura delle Differenze e le attività in corso, Elena de Filippo, Presidente della Cooperativa Sociale Dedalus.

 

Laura Balbo, dell’Università di Padova, coordinerà gli interventi di Giovanna Pompili, della Casa Internazionale delle donne di Roma, Geneviève Makaping, Antropologa e giornalista, Renate Siebert, dell’ Università della Calabria, Paola Zappaterra, dell’Associazione Orlando di Bologna, Adelina Miranda ed Enrica Morlicchio dell’Università di Napoli Federico II.

 

Il dibattito sarà, inoltre, arricchito dalla proiezione del documentario “Viste da vicino: le donne di Napoli in TV”a cura di Vanessa Roghi, dall’intervento del gruppo di ricerca, dalle testimonianze delle studentesse e degli studenti dell’ Istituto Mazzini e del Liceo Artistico di Napoli.

 

Il convegno, che inaugura la manifestazione Marzo Donna 2013 del Comune di Napoli, è realizzato nell’ambito del progetto Casa della Cultura delle Differenze, nato per valorizzare la differenza di genere, affermare il punto di vista delle donne in ogni ambito della vita sociale, politica e culturale e favorire uno scambio dialettico fra coloro che hanno vissuto gli anni più intensi del movimento delle donne e le giovani generazioni.

 

“Casa della Cultura delle Differenze" è un progetto promosso da Dedalus Cooperativa Sociale, Studio Erresse, Società cooperativa, Eva, Cooperativa sociale e Gesfor srl, in collaborazione con il Centro Donna del Comune di Napoli, con il finanziamento del Comune di Napoli con fondi a valere sul POR Campania FSE 2007-2013.

Un luogo fisico e simbolico dove prendono vita i racconti e le esperienze, per la conservazione e la valorizzazione della memoria storica dell’attivismo femminile a Napoli e strumento di promozione e diffusione delle strategie in tema di pari opportunità per creare, con il sostegno dei nuovi strumenti di comunicazione, momenti di condivisione su questioni di interesse collettivo.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©