Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

I soldi dei partiti: Elio Veltri protagonista a Capro di un incontro pubblico

Moderato dall'Avv. Francesco Barra Caracciolo

I soldi dei partiti: Elio Veltri protagonista a Capro di un incontro pubblico
29/07/2013, 10:27

CAPRI - Elio Veltri sarà il protagonista di un incontro dibattito a Capri, nella limonaia dell’hotel Syrene di via Camerelle, giovedì 1 agosto 2013 alle ore 19.00, nel corso del quale verrà presentato il suo libro “I soldi dei partiti. Tutta la verità sul finanziamento dei partiti in Italia”, edito da Marsilio, scritto a quattro mani con Francesco Paola.

Ne parlerà con Elio Veltri l’avvocato Francesco Barra Caracciolo.

L’incontro, organizzato dall’Associazione culturale Antemussa L’isola della Conoscenza in collaborazione con Capri Press Events, con il patrocinio del Comune di Capri-Assessorato alla cultura e al turismo, sarà l’occasione per affrontare, con Elio Veltri, fondatore dell’associazione Democrazia e legalità, temi di strettissima attualità politica anche in un’atmosfera estiva, rilassata e vacanziera. Un appuntamento estivo in cui vengono discussi nella caratteristica limonaia temi della cultura, dell’attualità, della politica e della società con la partecipazione di numerosi ospiti dell’isola ma anche cittadini residenti

 

Il libro

I partiti sono strumenti indispensabili alla democrazia. Quando diventano ostacoli al libero svolgimento della vita democratica, come accade in Italia, significa che qualcosa non funziona. I finanziamento pubblico ai partiti italiani - chiamato "rimborso delle spese elettorali" per aggirare il referendum abrogativo del 1993 e la tagliola della Corte Costituzionale - è il più elevato d'Europa. Le oligarchie politiche si alimentano di enormi quantità di denaro pubblico che percepiscono e gestiscono senza controlli. I fondi elettorali - che per legge devono andare ai partiti - possono, ad esempio, essere riscossi per conto del partito da associazioni controllate da poche persone o dirottati altrove senza che nessuno abbia qualcosa da eccepire. Questi sistemi di potere sono tanto più odiosi dato che si tratta di soldi che dovrebbero incrementare la partecipazione democratica e che, di fatto, ottengono l'effetto opposto. Reti di interesse assai ramificate possono prosperare sulla mancata diffusione delle informazioni e spostando abilmente il dibattito su temi sempre diversi e marginali. Questo libro svela i principali trucchi con cui si realizza l'accaparramento dei fondi, analizza alcuni casi eclatanti, ripercorre le radici storiche del fenomeno, individua le occasioni mancate e gli errori che hanno portato al declino.

 

Elio Veltri

Medico, nato nel 1938 a Longobardi (Cs), libero docente dell'università di Pavia, politico e giornalista, da sempre attivo sul fronte delle norme anticorruzione, antimafia e sulla trasparenza. Uscito dal PSI nel 1981 per radicali dissensi con Craxi, nel 1985 è eletto Consigliere Regionale in Lombardia nella lista di Democrazia Proletaria. Candidato alle Europee nella stessa lista nel 1989. Alle elezioni del 1996 viene eletto alla Camera dei deputati nelle file dell'Ulivo-lista PDS, dove si evidenzia come membro delle Commissioni Antimafia, Giustizia e Anticorruzione. Nel 1997 fonda l’associazione Democrazia e Legalità. Nel 1998 è cofondatore dell’Italia dei Valori, da cui si allontana nel 2001. Autore di numerosi volumi, con Marco Travaglio, nel 2001 scrive L’odore dei soldi. Origine e misteri delle fortune di Silvio Berlusconi, capostipite di un genere saggistico, tradotto in Francia e Spagna e venduto in più di 300.000 copie.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©