Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

II appuntamento del ciclo “...dove la musica incontra il suo tempo….”.


II appuntamento del ciclo “...dove la musica incontra il suo tempo….”.
22/11/2012, 09:14

Domenica 25 novembre 2012, ore 11.30, in Caserta, nella Chiesa di San Francesco di Paola, si terrà il secondo appuntamento del ciclo “...dove la musica incontra il suo tempo….”. In programma l’animazione musicale della liturgia eucaristica domenicale intitolata “Percorsi nella musica sacra: Marc-Antoine Charpentier”
 
Ad eseguire saranno la Cappella Vocale e Strumentale “I Musici di Corte” e il Gruppo Vocale “Ave Gratia Plena”
Ingresso gratuito.
 
Il concerto propone musiche vocali sacre di un autore la cui singolare sorte moderna è quello di essere (involontariamente!) tra i più ascoltati, grazie alla fama del breve frammento del preludio del suo “Te Deum” (utilizzato come sigla delle trasmissioni in Eurovisione da mezzo secolo), nonostante, poi, praticamente nessuno ne conosca il nome, l’opera, lo stile. Da ciò nasce l’idea di propore le sue musiche sacre, di raro ascolto in Campania, in prossimità della ricorrenza della festa di Santa Cecilia, dal Cinquecento assurta a patrona dei musicisti (anche se per una profonda incomprensione degli atti del martirio!). Marc-Antoine Charpentier (Paris, 1643 –  Paris, 1704) fu un grande protagonista della stagione centrale del barocco musicale e recitò un ruolo centrale nelle definizione dello stile nazionale francese, dopo l’attività dilagante del “fondatore” Lully (in realtà italiano di nascita). In quanto vincitore del Prix de Rome (una borsa di studio prevista dai sovrani per gli artisti francesi), in qualità di giovane pittore Charpentier trascorse a Roma sei anni di formazione. Il soggiorno romano fu occasione per scoprire la vocazione alla composizione musicale, iniziando un percorso di solido apprendistato, utile ad assorbire (alla fonte) il linguaggio del barocco musicale in una delle capitali della musica europea. Charpentier, rientrato in Francia, seppe elaborare in modo personale ed originale soprattutto nella sua produzione vocale la condotta melodica propria di Carissimi e il rigoroso uso del contrappunto di stampo palestriniano. Le bellissime melodie del francese coniugano l’immancabile senso di grandeur (francese) con la severità quasi ieratica della cappella papale.
 
Le musiche sacre (tutte concepite per accompagnare la liturgia) saranno eseguite nel loro contesto naturale, cioè il rito sacro.
 

Il ciclo “…dove la musica incontra il suo tempo…”, giunto alla XI edizione, è organizzato l’Associazione Culturale “Francesco Durante” e l’Associazione Culturale “Ave Gratia Plena”, con la generosa e preziosa collaborazione di associazioni ed istituzioni religiose. L’evento di Domenica è organizzato con la collaborazione logistica della Parrocchia di S. Francesco di Paola in Caserta, che ha sede nella chiesa omonima, coeva, per fondazione ed impianto, alla parabola artistica di Charpentier.

 
Il programma dettagliato del concerto e la scheda storico-artistica sulla chiesa sono sul sito www.assodur.altervista.org nella sezione specifica della manifestazione. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©