Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

III Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale "Città di Airola"


III Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale 'Città di Airola'
06/06/2011, 12:06

Si chiude il sipario sulla terza edizione del Concorso Nazionale di Esecuzione Musicale “Città di Airola”, organizzato dall'Associazione Culturale Musicale “Mille Note” e diretto dal M° Anna Izzo.
In un auditorium gremito, di fronte al sindaco e alla Giunta comunale di Airola al gran completo, sono stati assegnati i riconoscimenti per ciascuna delle cinque categorie.
Per il pianoforte a quattro mani, a punteggio pieno, vince il duo formato da Erminia e Loris Catalano. Nella sezione pianoforte, si affermano,per la categoria Prime Note, con il massimo dei voti, Giovanni Mascia e Giulia Falzarano; per la categoria A, Francesco Serra; per la categoria B, Erminia Catalano, Federica Morrone, Marco Stallone; per la categoria C, Rita Petrillo. Nella categoria E, meritato successo per Emanuele Gentile, che si è anche aggiudicato il Premio di Interpretazione Pianistica “Francesco Moscato” (borsa di studio offerta dalla famiglia Moscato) in ex aequo con Laura Cozzolino, categoria I, ambedue con votazione di 100/100. Nella categoria F si afferma con 98/100 Pasquale Ruggiero, mentre nella categoria L Marco Fioranzano e Fabio Maggio, dando sfoggio di un livello di preparazione elevatissimo, si sono divisi la prevista borsa di studio.
Grandi emozioni per il pubblico ha riservato la sezione del canto lirico, che ha premiato, come primo posto assoluto, ancora in ex aequo, Elena Memoli, che ha cantato E' strano... Sempre libera, aria con cabaletta dalla Traviata di Giuseppe Verdi, e Francesca Pipitone, in gara con l'aria Voi lo sapete o mamma, tratta da La cavalleria rusticana di Pietro Mascagni. Premio “giovani voci” per Chiara Iaia e “miglior voce straniera” per la cinese Yiyuan Liang, entrambe provenienti dal Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma e allieve del M° Stella Parenti, che si sono esibite rispettivamente in Regina della notte da Il flauto magico di Mozart e in Regnava nel silenzio da Lucia di Lammermoor di Gaetano Donizetti. Le borse di studio della sezione canto lirico sono state offerte dalla Fondazione Angelo Affinita.
Nella sezione riservata alle scuole medie ad indirizzo musicale, primo posto assoluto, pari merito, all'Istituto Comprensivo “V. Rocco” di S. Arpino (CE) e alla Scuola Media “F. Torre” di Benevento. La sezione musica leggera, organizzata con la consulenza artistica di Paco Ruggiero, è stata dominata dal cantautore Giuseppe Fuccio, che, con un brano per chitarra e armonica da lui scritto e musicato, Cos'è importante, ha ottenuto il primo posto assoluto con relativa borsa di studio offerta dal Comune di Airola. Massimo punteggio anche per la piccola Aurora Magnotta e per Alessia Stellato e Damiano Caponio, nelle rispettive categorie.
Tra una sezione e l'altra ha commosso tutti l'esibizione speciale dell'ospite d'onore Luciana Canonico, dodicenne pianista non vedente allievo del M° Tina Babuscio, già consacrata, grazie al Premio “San Michele Arcangelo” della Polizia di Stato come uno dei massimi talenti pianistici italiani.
Con le premiazioni di domenica sera presso il Teatro Comunale della città caudina, il Concorso mette in bacheca un'edizione ricca di successi: oltre 400 musicisti in gara, 2000 spettatori (di cui 500 solo per la cerimonia di chiusura), 10 Conservatori coinvolti di tutto il Centro-Sud (tra gli altri Roma, Napoli, Bari, Salerno, Monopoli, Benevento), circa 6000 euro tra premi e borse di studio, oltre 100 articoli sui media nazionali, regionali e locali.
“Siamo andati al di là di ogni previsione – ha commentato il M° Anna Izzo – Sono felice di aver portato ad Airola, con duri sacrifici, grandi nomi della musica classica italiana e di aver fatto della Valle Caudina, per cinque giorni, l'epicentro di una grande festa collettiva di musica, arte, cultura. Mi auguro – conclude Izzo – che il Concorso venga sempre più sostenuto dall'Amministrazione e dagli Enti, perché la manifestazione sia volano di sviluppo socioculturale ed economico per Airola e tutto il Sannio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©