Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Il 9 luglio “E-StaTe in Cucina” con Dolce&Salato


Il 9 luglio “E-StaTe in Cucina” con Dolce&Salato
04/07/2012, 15:07

Si conclude tra frutta, verdure e mozzarella di bufala campana dop la V edizione del Master Professionale della Scuola di Cucina Dolce&Salato di Maddaloni. Lunedì 9 luglio, dalle 13 alle 15 i corsisti effettueranno l’esame finale, dal titolo “E-state in Cucina”, con una giuria di professionisti ed istituzioni, da Antonio Lucisano, presidente del consorzio di tutela della mozzarella di bufala dal professor Alberto Ritieni dell’Università Federico II di Napoli. Dalla Provincia di Caserta interverranno: Franca Cincotti, assessore alla formazione, Rosaria Rossi, dirigente alla pubblica istruzione, e Ciro Costagliola, settore agricoltura e territorio Terra di Lavoro. Sono sei i nuovi chef che faranno l’esame finale, guidati dal tutor Angelo Guida: Antonio Lombardi, Alessandro Borrelli, Marco Sapio, Emilio Beneduce, Giuliano Russo.

“La Scuola Dolce&Salato di Maddaloni è ormai un ente accreditato dalla Regione Campania – spiegano Giuseppe Daddio e Aniello Di Caprio fondatori della scuola – In un anno dalla partenza dei master professionali di 400 ore, la scuola ha formato 30 cuochi, che sono in giro per l’Europa a lavorare regolarmente in importanti realtà, dai ristoranti stellati agli alberghi di lusso. Realtà in cui hanno dimostrato di aver acquisito in pieno le conoscenze del settore e di riuscire ad abbinare alla formazione acquisita estro e creatività”.

Del resto il percorso svolto dalla scuola comprende sia materie di cucina, pasticceria e gestione manageriale del settore food and beverage. Le lezioni sono state impartite da noti Chef di ristoranti stellati nonché maestri che si distinguono per la loro fama internazione, per la conoscenza di materie prime e lavorazione. Prossimi appuntamenti con la formazione? A settembre con i corsi professionali di approfondimento, che ricordiamolo sono attivi tutto l’anno, con full immersion dai 3 ai 5 giorni, e con i master professionali di 400 ore e corsi accreditati dalla Regione, dalla pizza alla cucina.

Per l’esame del 9 luglio invece l’accesso sarà libero e gratuito per gli esperti del settore enogastronomico, dalla stampa agli chef. L’importanza del territorio, la stagionalità e le abitudini alimentari sono i criteri di redazione di un menù fatto e concepito da cuochi che vogliono rappresentarsi esprimendo la loro identità professionale. Ecco dunque l’itinerario gastronomico che sarà proposto: Aperitivo, Perla di melone e anguria in acqua di menta con gamberi in croccante di sfogliatella; antipasto, Crudo di Branzino con misticanza di insalatine, verdurine estive, mozzarella di bufala Campana Dop; primo piatto, Raviolo di cernia con clorofilla di zucchine e lumachine di mare; secondo, Mormora rigata con fresca acqua pazza di ostriche e alghe di mare; pre-dessert, pescami, Sorbetto di pesca noce in guazzetto di fichi fioroni; dolce al piatto, Passione per il cioccolato. Le Carezze di fine pasto stecca lecca sottozero. I vini abbinati per la degustazione sono offerti dalla Azienda Vestini Campagnano/Poderi Foglia.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©