Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Il Cardinale di Napoli Crescenzio Sepe plaude alle iniziative del progetto “Memoriae”


Il Cardinale di Napoli Crescenzio Sepe plaude alle iniziative del progetto “Memoriae”
02/03/2013, 11:11

 

L’Arcivescovo Metropolita: “Estremamente efficace si preannuncia la progettata sinergia della Fondazione Valenzi con il mondo della scuola e della cultura, per affrontare temi di estrema delicatezza e fondamentali nella formazione dei giovani” 

“Va sottolineatoil significato morale e civile  del fare memoria del passato, per restituire onore e dignità alle tantissime vittime innocenti della barbarie”

 

 

È giunta all’indomani del primo corso di formazione per docenti organizzato nel Mezzogiorno sulla didattica della Shoah (21 Febbraio), iniziativa finale che ha chiuso il mese di eventi per la quarta edizione di “Memoriae”, la lettera dell’Arcivescovo Metropolita di Napoli Crescenzio Sepe che elogia il progetto organizzato dalla Fondazione Valenzi, con l’Associazione Libera Italiana, per mantenere vivo il ricordo della Shoah e attraverso di essa tenere viva l’attenzione contro ogni forma di razzismo e discriminazione culturale, sociale e politica.

Il Cardinale sottolinea in particolare lo sforzo compiuto quest’anno dall’organizzazione  impegnata in un più stretto e stabile coinvolgimento del mondo della scuola, di ogni ordine e grado e in tutta Italia, per intraprendere un percorso di formazione che attraverso gli educatori possa trasmettere alle giovani generazioni, coniugando memoria e storia opportuni  insegnamenti, affinché ci si liberi da ogni forma di razzismo e si assuma come valore irrinunciabile il rispetto di ogni cultura, etnia, religione. Fenomeni di intolleranza e incultura purtroppo sono ancora presenti e frequenti, testimoniando la pericolosità di ideologie che sanno di odio e di violenza”.

Crescenzio Sepe, tra l’altro, ha poi voluto ricordare la vocazione istituzionale e il costante impegno sociale della Fondazione Valenzi definendola come “alto riferimento culturale della Città”.

Per l’Ente, dedicato a Maurizio Valenzi, l’ex parlamentare italiano ed europeo, sindaco a Napoli dal 1975 al 1983 e presieduto da Lucia Valenzi, le parole dell’Arcivescovo Metropolita sono, in questo periodo di attività, l’unica concreta testimonianza di vicinanza e volontà di cooperazione di un’istituzione cittadina.

“La lettera del Cardinale Sepe – dichiarano la Presidente Lucia Valenzi ed il Segretario Generale Roberto Race – rappresenta per noi un importante incoraggiamento ad andare avanti in un contesto in cui operiamo da soli e senza supporto delle istituzioni. Ringraziamo il Cardinale Sepe che, oltre ad essere da sempre un interlocutore fondamentale per il dialogo interreligioso, oggi rappresenta uno dei pochi punti di riferimento forti nella nostra città”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©