Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Don Luigi nella sua nuova parrocchia al Gianturco

Il cardinale Sepe affida a don Merola un'altra parocchia


.

Il cardinale Sepe affida a don Merola un'altra parocchia
24/01/2011, 11:01

Napoli - Un momento di riflessione e preghiera, di auspicio e di rinfiancamento per il ritorno all'attività parrocchiale attiva di don Luigi Merola, sacerdote anti camorra, dopo i suoi trascorsi come parroco a Forcella. Alla presenze del cardinale di Napoli Crescenzio Sepe, don Merola ha preso possesso ufficialmente della Parrocchia San Carlo Borromeo a Brecce, nel rione Gianturco, dove il prete coraggio ha già cominciato da qualche tempo l'opera pastorale. Una rione ai margini della società quello di Gianturco a Napoli, una zona periferiche disagiata e degradata che trova tanta speranza in un sacerdote attivo, propositivo e che ama e fonda tutto il suo operato sui giovani. Durante l'omelia il cardinale Sepe ha messo in luce proprio queste caratteristiche di forza, tenacia e amore umano che fanno di don Luigi Merola, l'uomo giusto al posto giusto.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©