Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2013: Classic Weekend sul lago di Como


Il Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2013: Classic Weekend sul lago di Como
06/03/2013, 15:16

Nel fine settimana dal 24 al 26 maggio 2013 gli splendidi giardini del Grand Hotel Villa d’Este e di Villa Erba a Cernobbio, sul lago di Como, si trasformeranno ancora una volta nello straordinario scenario che ospita le più belle automobili e motociclette del passato e le concept car più stravaganti del presente. Disputato per la prima volta nel 1929 nello stesso luogo, oggi il Concorso d’Eleganza Villa d’Este è tra le più rinomate manifestazioni di questo genere al mondo. Si caratterizza per un ampio programma che si protrae per l’intero fine settimana, riservando ai partecipanti un’atmosfera esclusiva e offrendo contemporaneamente a un pubblico più ampio la possibilità di trascorrere il “Classic Weekend” sul lago di Como insieme agli appassionati di automobili e motociclette classiche. Oltre al concorso automobilistico per gli invitati che si terrà il sabato nel giardino del Grand Hotel Villa d’Este, le porte dell'attiguo parco di Villa Erba si apriranno per tutti gli appassionati di automobili e motociclette già il venerdì sera, con il cinema all’aperto, e anche il sabato e la domenica, con i “Public Days”.

Un’esperienza che coinvolge tutti i sensi: il Concorso di Motociclette

Anche nel 2013, il “Concorso di Motociclette”, introdotto con successo dal 2011, si svolgerà a Villa Erba, non lontano dal Grand Hotel Villa d’Este, a Cernobbio. Per i partecipanti, il sabato inizia con un corteo diretto all'area espositiva di Villa Erba. La scorta della polizia locale e le motociclette guidate in abiti d’epoca offriranno un’esperienza impressionante ai partecipanti e ai numerosi spettatori. Il Concorso di Motociclette vero e proprio si disputerà la domenica mattina e vedrà la gioiosa partecipazione del pubblico sul palco centrale montato nel parco di Villa Erba. Suddivisi in cinque classi diverse (epoche, design), i tre vincitori di ciascuna classe scelti tra le circa 30 motociclette concorrenti saranno presentati al pubblico e premiati. Una giuria internazionale eleggerà il vincitore assoluto (Best of Show) tra i vincitori delle singole classi.

“90 anni di motociclette BMW”: esposizione speciale a Villa Erba

Per festeggiare i novant’anni del marchio, Villa Erba ospiterà un’esposizione delle motociclette che hanno fatto la storia di BMW Motorrad. A cominciare dalla BMW R 32, la prima motocicletta BMW in assoluto, fino alla futuristica BMW K 1, le principali motociclette BMW si presenteranno per quello che sono da sempre: motociclette di classe premium con carattere, che coniugano in modo straordinario innovazione, sportività e un’estetica del tutto particolare. L’offerta sarà completata da un’altra esposizione speciale nel parco di Villa Erba, intitolata “60 anni di Corvette” nonché dallo storico aereo da turismo Klemm KL 25.

Nuovi proprietari per automobili da sogno: l’asta a cura di RM Auctions

Nel 2013 la rinomata e primaria casa d’aste RM Auctions sarà di nuovo ospite al Concorso d’Eleganza Villa d’Este e il sabato sera, nel parco di Villa Erba, metterà all’asta circa 45 automobili di altissima classe. La spettacolare asta inizierà alle ore 20:00 e anche questa volta vedrà coinvolti modelli del tutto particolari, quali la Bugatti Tipo 57 Ventoux (1937) o la Ferrari 330 GTC di Pininfarina (1966).

Il cuore del Concorso

Il cuore del Concorso d’Eleganza batte come sempre al Grand Hotel Villa d’Este, dove – come dal 1929 – automobili belle e rare si contendono il favore degli invitati e della giuria. Nel 2013 parteciperanno al Concorso circa 52 veicoli selezionati. Ai margini del Salone dell’Auto di Ginevra, il Dr. Ralf Rodepeter, direttore del Museo BMW e membro del Selecting Committee del Concorso d’Eleganza Villa d’Este, ha dato un piccolo assaggio dei partecipanti 2013.

Aston Martin DB4GT Zagato (1961)

Con la DB4GT Zagato, nel 1960 la Aston Martin si eresse l’ennesimo monumento. A Newport Pagnell solo 19 esemplari di questa eccezionale auto sportiva furono montati con la carrozzeria artigianale di Zagato. Grazie alla struttura leggera, all’uso del plexiglass e alle dotazioni interne ridotte, il peso a vuoto scese a soli 1.225 kg. Nel 1961, quattro di questi modelli esclusivi furono espressamente costruiti “lightweight” per lo sport motoristico. Dopo una movimentata carriera sportiva, in cui fu tra l’altro impiegata da Jim Clark e altri piloti di spicco, dal 1993 la DB4GT Zagato fu restaurata con l’omologazione 2 VEV presso la Aston Martin in due anni di minuzioso e amorevole lavoro e riportata così alle condizioni originali del 1963. Appartiene all’attuale proprietario dal 1971.

Lamborghini 350 GTV (1963)

Ferruccio Lamborghini aveva un sogno che perseguiva con tenacia: costruire, oltre ai suoi riusciti trattori, anche vere e proprie auto sportive che reggessero il confronto con il concorrente di Maranello. Compì il primo passo con il prototipo 350 GTV e impressionò il mondo al Salone dell'Auto di Torino del 1930. L'antesignano disegnato da Franco Scaglione della prima sportiva di serie Lamborghini 350 GT fu l’attrazione del Salone, ovviamente anche grazie al motore V12 progettato da Giotto Bizzarrini, che “troneggiava” accanto all’automobile. Oggi la Lamborghini 350 GTV è verniciata di verde metallizzato e in perfette condizioni di marcia.

Bugatti Tipo 57SC Atlantic (1938)

La Bugatti T 57SC soprannominata “Atlantic” non è solo una delle automobili più rare e preziose al mondo, ma anche una delle più belle. Tra il 1937 e il 1938, la leggendaria casa automobilistica dell’Alsazia realizzò solo quattro esemplari di quest’automobile quasi perfetta. Il “capolavoro” di Jean Bugatti, figlio del fondatore dell’azienda Ettore Bugatti, si presenta con un design mozzafiato e una tecnologia straordinaria. La Atlantic che partecipa al Concorso d’Eleganza Villa d’Este è datata 1938 ed è il numero quattro della produzione. Colpisce per la sua impressionante originalità e già vanta una carriera di grandi successi nei concorsi di bellezza del mondo.

Commenta Stampa
di Arianna Piccolo
Riproduzione riservata ©