Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Il diario di Alma, grande successo della presentazione


Il diario di Alma, grande successo della presentazione
25/03/2013, 12:19

POMIGLIANO D’ARCO (NAPOLI) - “Gli uomini feriscono le donne nel corpo e nella mente, invece dovrebbero ricordare che loro stessi sono nati proprio nel ventre delle donne”: con queste parole l’avvocato Antonio Masullo e la nota poetessa Tina Piccolo, Ambasciatrice della Poesia Italiana nel mondo, hanno espresso dolore e volontà di cambiamento per un delicato tema quale è la violenza sulle donne, un argomento che hanno affrontato anche nel libro che hanno scritto a quattro mani, ‘Il diario di Alma’, presentato sabato sera 23 marzo 2013 alla Feltrinelli Point di Pomigliano D’Arco alla presenza di numerosi personaggi appartenenti al mondo partenopeo della cultura e dell’istituzione. “Già il cordone ombelicale - spiegano univocamente ai microfoni dei giornalisti Emilia Sensale e Antonino Fiorino, intervenuti durante l’evento che hanno catturato dalle loro telecamere per un nuovo appuntamento della rubrica da essi recentemente ideata ‘Non c’è Sensale senza Fiorino’ - basterebbe a rappresentare l’emblema di un’unione sacra tra il nascituro di genere maschile e la donna che lo ha generato con l’amore di un altro uomo, che lo ha accolto e protetto nel proprio utero per circa nove mesi e che poi gli ha regalato il primo respiro di vita. Purtroppo, invece, le cronache - concludono - ci parlano di delitti efferati nei quali hanno perso la vita centinaia di donne l’anno scorso secondo i dati emersi, di donne in ogni ruolo della società e dei rapporti umani non rispettate e maltrattate in una violenza continua fisica e psicologica e il nostro augurio è poter sensibilizzare umani e istituzioni in merito al tema anche attraverso l’uso della penna”.

UNA SERATA MEMORABILE - La presentazione a Pomigliano, presentata elegantemente e con grande entusiasmo da Gabriele Blair, è stata solo un primo passo per il vero e proprio tour che toccherà tutta la Campania affinché ogni angolo della regione possa conoscere le mille sfaccettature di questa opera, che parla non solo di violenza fisica e psicologica contro le donne e delle mille difficoltà affrontate dall’universo femminile quotidianamente, ma anche di amore sentimentale e filiale, di malattie mentali e di poesia. L’attrice di ‘Un posto al sole’ Giorgia Gianetiempo e le artiste Rosaria Cerino e Rosaria Carfora hanno letto alcune pagine del volume di fronte ad un grande pubblico, accompagnate dagli strumenti musicali degli Insana Percezione e con la compagnia di alcuni modelli della Generali Eventi. Alcune pagine sono state lette anche da alcuni militari del Comando Regionale Campania col loro capitano Sergio De Libero e il colonnello Antonio Grilletto, che hanno omaggiato Tina Piccolo con un bellissimo mazzo di fiori, un gesto che ha commosso la nota poetessa, la quale ha voluto dedicare la serata ai compianti genitori Carmela Naddeo e Raffale Piccolo. Particolarmente toccante l’intervento di Don Luigi Merola, fondatore dell’associazione ‘A voce d’’e creature, noto sacerdote che da anni combatte un altro tipo di violenza, anch’essa brutale, quale è la violenza della criminalità organizzata, ribadendo l’importanza di dimostrare supporto e vicinanza quotidiana alle persone che soffrono poiché vittime di violenza.

GRANDI OSPITI - Hanno impreziosito l’evento con la loro presenza tantissimi altri ospiti: per citarne alcuni, lo scrittore Luciano Castellano, la psicologa Maria Teresa Letizia, l’on. Carmine Sommese, il Presidente del Salotto Tina Piccolo Eugenio Cuniato, il prof. Roberto Della Ragione, la poetessa Dora Della Corte, il conferenziere Vincenzo Perrone, Padre Buonomano delle Missioni Francescane nel mondo, l’artista Massimo Pacilio, il cantante Mirko Pastore, gli artisti Lucia Oreto ed Angelo Iannelli, i fotografi Giulio Russo e Antonio Miranda, inoltre una targa speciale è stata assegnata della dott.ssa e ing. Piera Scuotto della Feltrinelli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©