Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Il palazzo Roccella punto di riferimento per la kermesse

Il festival Teatro Italia trova al Pan il suo agorà


Il festival Teatro Italia trova al Pan il suo agorà
19/05/2009, 20:05

 

Il PAN| Palazzo delle Arti di Napoli sarà il cuore della seconda edizione del Napoli Teatro Festival Italia grazie a un accordo siglato con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli. Nella suggestiva cornice degli ambienti di  Palazzo Roccella,  saranno infatti allestiti tutti i servizi e le attività riguardanti il pubblico e gli ospiti: incontri, tavole rotonde, conferenze, dopo-teatro.Al piano terra  ci saranno dal 25 maggio  Infopoint e servizio biglietteria. Ma sono già attivi i principali punti vendita Vivaticket di Napoli (Box Office, Galleria Umberto I, 17; Concerteria, via Michelangelo Schipa 23; Concerteria c/o Feltrinelli, via S. Caterina a Chiaia 23; Il Botteghini Il Botteghino, via Antonio Pitloo 3; Promos, all’interno della libreria Guida, via Merliani, 118), ed è possibile acquistare online sul sito www.vivaticket.it o chiamando al numero 899666805 (dall’estero +39-0445230313). L’acquisto telefonico è dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 e il sabato dalle 8 alle 13. All’Infopoint il pubblico potrà anche attivate e ritirare le MyCard del festival con le quali è possibile seguire gli spettacoli dell’edizione 2009 a condizioni vantaggiose e beneficiare di sconti e promozioni esclusive anche presso il circuito “Scelti per voi” (selezione di alberghi, bed & breakfast, ristoranti, pizzerie, artigiani e commercianti di qualità ed eccellenza che il Festival propone ai suoi spettatori). Al PAN trova sede anche il desk di E45 Fringe Festival. Lo spazio del secondo piano sarà dedicato ad incontri e conferenze. Incontri con artisti come  Tadashi Suzuki, il poeta Adonis, Karole Armitage, Enzo Moscato, Dario Fo, Enrique Vargas; ma anche incontri professionali con produttori, direttori di Teatro e di Festival italiani e internazionali con i quali creare contatti e collaborazioni. E poi tavole rotonde nelle quale affrontare tematiche presenti nel festival, per collegare il teatro alla società. Alcuni dei titoli: “Teatro senza confini: le lingue sul palcoscenico”, “La maschera di Pulcinella e le sue evoluzioni”, “Visioni e provocazioni ecologiche”, “La percezione degli spazi urbani”.Il terzo piano è riservato alla stampa. Qui i giornalisti dal 25 maggio potranno ritirare il badge, la cartella stampa e accedere alla Sala stampa che, dal 4 al 28 giugno, resterà aperta dalle ore 10 alle 22. Al primo piano del PAN, infine, si svolgerà il dopo –teatro, dove  gli spettatori del Festival (che hanno comprato un biglietto la stessa sera o sono possessori di una MyCard) potranno incontrare artisti e persone del mondo dello spettacolo. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©