Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Il giardino dell'arte. Personale del pittore Roberto Viviani. Napoli, Maschio Angioino, sala "Carlo V"


Il giardino dell'arte. Personale del pittore Roberto Viviani. Napoli, Maschio Angioino, sala 'Carlo V'
03/09/2012, 16:35

Giovedì 6 Settembre 2012, alle ore 17.00 verrà inaugurata presso la Sala “Carlo V” del Maschio Angioino la sessantaquattresima mostra personale del pittore Roberto Viviani, dal titolo:"Il giardino dell'arte". L'evento è promosso dalla Direzione Regionale per i beni culturali e paesaggistici della Campania ed è inserita nelle "Giornate Europee del Patrimonio", a cura del MIBAC, programmate per il 29 e 30 ottobre 2012.

 

In occasione dei sessant’anni della sua attività artistica, il pittore esporrà una raccolta di 30 opere accomunate dal fine di rendere omaggio al patrimonio scultoreo mondiale, troppo spesso dimenticato. Nel suo “Giardino dell’Arte” compaiono statue ispirate a miti classici ed orientali e a luoghi e tempi lontani. Gli elementi scultorei sono immersi in un paesaggio rigoglioso e incontaminato, interpretato in chiave surreale; la Natura, che è l’elemento costante di tutta la produzione artistica di Viviani, in queste opere ha da un lato lo scopo di valorizzare e vivificare le sculture, dall’altro quello di evocare, con la sua purezza, atmosfere che ricordino il significato originario dei monumenti in questione, creati dall’uomo in risposta ad un anelito, antico ma sempre attuale, di spiritualità. 

 

 

ROBERTO VIVIANI

NOTE BIOGRAFICHE

 

Nato a Napoli, ha studiato presso il Liceo Artistico e l'Accademia di Belle Arti della sua città.  Iniziata la sua attività nel 1950, ha partecipato attivamente alla vita artistica nazionale ed internazionale, esponendo le sue opere in numerose e importanti rassegne, conseguendo molti premi e riconoscimenti.  Ha fatto parte della “Comunità Europea Giovanile della Cultura”, del “Centro Studi e Scambi Internazionali”, del “Sindacato Nazionale degli Artisti”, e della “Associazione Incisori d'Italia”.

Per la sua attività nel settore delle arti è stato nominato membro honoris causa dell'Accademia delle Lettere e delle Arti. Dal 1969 al 1993 ha diretto con un gruppo di amici il Centro "L'Approdo" e successivamente il Centro Studi d'Arte “Tresana”, sede di mostre di artisti di fama nazionale ed internazionale. Le attività non si sono limitate al campo delle arti figurative: oltre alle mostre prettamente pittoriche, Viviani e compagni hanno promosso la cultura favorendo pubblicazioni di libri e grafiche e organizzando incontri e visite guidate a luoghi di interesse storico e artistico, cosicché le due gallerie da loro gestite sono divenute in breve tempo un punto di riferimento e un notevole centro di aggregazione per pittori, scultori ed amatori d'arte. Dal 1963 al 2011 Viviani ha allestito sessantaquattro personali nelle varie città d'Italia. Ha pubblicato cartelle di grafiche con lavori realizzati nelle diverse tecniche incisorie. Sulla sua carriera e produzione artistica sono state pubblicate varie monografie ed il suo nome è presente in diversi dizionari; più volte, infine, la stampa italiana ed estera si è occupata di lui.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©