Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Un viaggio letterario tra passione, disincanto e rinascita

Il pittore Fernando Pisacane in “Si alza la nebbia, bisogna far presto”


Il pittore Fernando Pisacane in “Si alza la nebbia, bisogna far presto”
26/10/2010, 16:10

NAPOLI - L’autore Fernando Pisacane, insieme alla Professoressa Anna Rosa Guerriero, Paolo Baldassarre della Tullio Pironti editore e l’Architetto Gino Palomba, presenterà il libro dal titolo “SI ALZA LA NEBBIA, BISOGNA FAR PRESTO”, giovedì 28 Ottobre 2010, alle ore 17,00, presso la Fondazione Forum Universale delle Culture 2013 “Ex Asilo Filangieri” di Napoli.  L'incontro sarà coordinato dal direttore della Biblioteca Nazionale di Napoli “Vittorio Emanuele III”, Mauro Giancaspro.
«Lungo il filo della memoria, delle emozioni, delle passioni, del disincanto e della rinascita, si snoda il discorso di Scende la nebbia, bisogna far presto. La trama del testo accosta immagini – dipinti, bozzetti, schizzi, foto – e parole; i segni si incrociano, si rincorrono e rilanciano di pagina in pagina una originale struttura espressiva in cui il ritmo delle consonanze tra testo iconico e testo verbale rappresenta il respiro stesso del libro. Le immagini illustrano, evocano, danno forma e corpo a sensazioni, stati d’animo, emozioni secondo differenti procedimenti metaforici, questa lettura intertestuale crea un suggestivo spazio semiotico in cui il lettore è interprete attivo e creatore di senso. Le parole dell’autore procedono secondo diverse modalità espressive: ora colloquiali come in una confidenziale conversazione, ora più sincopate, rarefatte, come in un segreto monologo interiore, ora dotate di ritmo e di intensità poetica, ora scandite da un tono dolorosamente provocatorio. E questa superficie linguistica così increspata e mossa esprime quelle “intermittenze del cuore” – per dirla con Proust – quei sussulti straordinari che ci riportano alla memoria eventi o persone rimaste in ombra e che servono per ritrovare se stessi, per reintegrare ‘lacune’ del proprio vissuto, per capire e analizzare incrinature emozionali, insomma quelle condizioni dell’anima così frequenti in quei momenti di rottura e di cambiamento ai quali il titolo dell’opera allude ».
Fernando Pisacane, scenografo per la Rai di Napoli dal 1974 al 1986, si laurea in Discipline pittoriche presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. Pittore da sempre, ha esposto in numerose mostre personali e collettive.







Commenta Stampa
di Caterina Cannone
Riproduzione riservata ©