Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Da Napoli all'Europa per rilanciare la tradizione

Il presepe vola a Monaco e a Madrid


.

Il presepe vola a Monaco e a Madrid
03/12/2009, 15:12

NAPOLI - Da San Gregorio Armeno, la tradizionale via dei presepi nel cuore antico di Napoli, ai grandi centri dell'Europa, per valorizzare ed esportare uno dei più antichi simboli della città partenopea, appartenente a una tradizione dalle origini remote, e naturale attrattore per il turismo mondiale. E' l'obiettivo di un'iniziativa promossa e finanziata dalla Provincia e dalla Camera di Commercio di Napoli, presentata questa mattina nella sala del Consiglio dell'ente camerale, con l'intervento del commissario della Cciaa, Gaetano Cola, e dell'assessore al Turismo della Provincia di Napoli, Valeria Casizzone. All'incontro ha aderito anche Michele Lomuto, presidente dell'azienda speciale Proteus della Camera di Commercio che ha fornito il supporto organizzativo al progetto. L'operazione consiste nell'allestimento, durante il periodo natalizio, del presepe negli scali aeroportuali di due grandi città europee, Monaco di Baviera e Madrid. Un'iniziativa, ha spiegato Cola, volta a "invogliare i turisti a tornare a Napoli, far capire che i problemi che abbiamo avuto negli anni passati, legati all'emergenza rifiuti e ad altro, sono alle nostre spalle, e che Napoli può essere di nuovo una città turistica non solo per le bellezze naturali di cui è dotata, ma anche per le sue eccellenze nel campo dell'artigianato e dei prodotti tipici". L'esportazione in Europa della tradizione presepiale è, a detta dell'assessore all'artigianato e al turismo di Palazzo Matteotti, "il miglior modo per promuovere i prodotti d'eccellenza del nostro artigianato che si identifica con il territorio e coniuga l'esigenza della promozione dei prodotti e quella del turismo".

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©