Cultura e tempo libero / Happy hour

Commenta Stampa

Il primo appuntamento, ecco quali sono le bugie più ricorrenti


Il primo appuntamento, ecco quali sono le bugie più ricorrenti
02/04/2010, 12:04


ROMA - Chi non ha mai detto qualche piccola bugia per fare colpo sulla persona da cui si sentiva attratto? Al primo appuntamento difficilmente si è sé stessi fino in fondo, anzi in media le omissioni e le invenzioni sono all’ordine del giorno. Lo assicura Speed date, società che organizza eventi per single, che in un sondaggio ha constatato che il 54 % degli intervistati ha dichiarato di non essere stato sincero al primo appuntamento.
 Se si dovesse stilare una classifica delle bugie più sfoderate al primo incontro, potremmo dire che si mente di più soprattutto sul tempo trascorso dall’ultima frequentazione, è stata questa la risposta del 33% delle persone intervistate sull’argomento. Il lavoro offre un altro spunto per tante piccole o grandi variazioni rispetto alla verità, soprattutto per quanto riguarda il livello della propria posizione e tutto ciò che ne consegue: si ingigantiscono guadagni, responsabilità oppure si tende a dipingere la propria azienda o settore come molto più grande e importante di quello che in realtà è (28%). Gli ex rientrano sempre tra gli argomenti più scottanti da affrontare con un partner conosciuto da pochissimo tempo, di solito si mente sul motivo della fine della storia precedente (23%) e sul numero di relazioni che si hanno alle spalle (16%). “È normale che al primo appuntamento si faccia di tutto per sembrare più interessanti agli occhi dell’altro e far scattare tutta una serie di meccanismi consapevoli e inconsapevoli per ottenere ciò. Inoltre, se è vero che il primo incontro spesso porta con sé un po’ di tensione e insicurezza, proprio per smorzare i toni e cercare di creare quanto più un clima leggero e rilassato, si tende a mentire sul fatto che magari si è stati lasciati, che si ha alle spalle una storia dolorosa oppure omettendo che non si esce da tempo con qualcuno. Tutto ciò per non spaventare l’altro o non caricarlo di responsabilità“ afferma Giuseppe Gambardella fondatore di Speed Date e Speed Vacanze, società che organizza vacanze per single. Chi tra i due sessi gioca a fare più il furbo però? In generale mentono leggermente di più gli uomini delle donne, infatti rappresentano il 52% di coloro che hanno dichiarato di raccontare qualche piccola frottola durante i primi approcci. Anche per ciò che riguarda gli argomenti su cui mentire i due sessi si contrappongono. “La vita professionale rimane una questione che sta particolarmente a cuore al sesso maschile e per fare colpo su una donna si tende molto a ‘pompare’ questo aspetto, oltre a nascondere le troppe avventure alle spalle e le ex più scomode” conferma Gambardella. “Le donne, invece, sempre molto attente alla sfera emozionale e affettiva, al primo appuntamento tendono a sminuire la sofferenza provata per le precedenti storie finite”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©