A chi non piacerebbe rivedere sul grande schermo il coniglio Roger Rabbit? E a quanto pare l'idea di un sequel starebbe stuzzicando anche il suo creatore Robert Zemeckis che ha confessato di pensare ad un secondo film.
“Chi ha incastrato Roger Rabbit?” è indubbiamente un cult degli anni '80 ed è stata la prima pellicola con una vera interazione tra umani e cartoni. Possiamo certamente dire che in questo senso ha davvero fatto scuola.

Di più, la trama frizzante e il personaggio di Jessica Rabbit, moglie-cartone ma dai tratti di una “vamp” umana del coniglio Roger ha reso quel film davvero indimenticabile. E così sarebbe interessante poter vedere un nuovo Roger Rabbit oggi che le tecnologie consentono cose ancor più mirabolanti.

 

Intervistato da MTV Zemeckis ha parlato anche di questo, spiegando che le tecniche odierne aprono scenari nuovi nella sperimentazione sull'immagine. Quindi l'idea di un sequel potrebbe inserirsi di nuovo nell'idea pionieristica che ha animato il regista anni fa e il secondo film potrebbe stupire i suoi spettatori e fans quanto o forse più del primo.

 

Ora occorrerà attendere conferme, ma dopo 21 anni il simpatico coniglio potrebbe tornare al cinema. All'epoca il film incassò la cifra record di 330 milioni di dollari e si aggiudicò quattro Oscar. E stavolta la sfida sarà quella prendere le persone e metterle in un mondo incredibile che non esiste, completamente creato dal computer, insomma l'inverso della prima fortunata esperienza.