Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Il San Carlo per il Sociale: Concerto al Monaldi

Iniziativa "Salus in musica" per la sensibilizzazione

Il San Carlo per il Sociale: Concerto al Monaldi
03/07/2013, 14:48

NAPOLI - Domenica 7 luglio alle ore 19.00, nell'ambito dell'iniziativa “Salus in Musica” promossa dal Teatro di San Carlo e dall'Azienda Ospedaliera dei Colli "Monaldi-Cotugno-CTO" di Napoli, l'Orchestra del Lirico diretta da Maurizio Agostini terrà un concerto speciale -ad ingresso libero- presso la struttura ospedaliera di via Leonardo Bianchi. Posizionata sullo scalone d'ingresso all'interno del cortile, la formazione del Lirico eseguirà la Sinfonia da “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini e la “Sinfonia n. 5” di Ludwig van Beethoven. L'evento, che rientra nelle attività de “Il San Carlo per il Sociale”, è dedicato ai pazienti ospitati al Monaldi ed è aperto alla città. L'iniziativa rientra infatti in una campagna di sensibilizzazione in favore della donazione del sangue, e pertanto in occasione del concerto sarà distribuito un coupon informativo con lo slogan “La Musica è Energia Vitale: Dona il Sangue, Dona la Vita”. “Sono particolarmente orgoglioso di ospitare all’interno del Monaldi l’Orchestra del Teatro San Carlo”, afferma il direttore generale dell’Azienda dei Colli, Antonio Giordano. “L’incontro tra due istituzioni così prestigiose”, sottolinea Giordano, “che mettono in piedi questa iniziativa a favore degli ammalati e di chi è in difficoltà fisica rappresenta un esempio importante di cosa sia possibile fare quando si lavora assieme. La campagna di sensibilizzazione per la donazione del sangue, che verrà realizzata durante il concerto, è la testimonianza di un impegno che va avanti con il coinvolgimento di tutti, e che caratterizzerà la nostra azione nei prossimi mesi”. “Siamo lieti di questa collaborazione con l'Ospedale dei Colli e con il professor Giordano”, afferma la sovrintendente Rosanna Purchia. “Attraverso la musica di Rossini e Beethoven”, prosegue, “cercheremo di regalare un momento di gioia e di speranza per quanti soffrono, e non ultimo di offrire al maggior numero di napoletani l'occasione di dimostrare la loro grande solidarietà e sensibilità in favore di un tema di grande importanza quale la donazione del sangue: 'dona il sangue, dona la vita!' ”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©