Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

IL TEATRO ARRIVA NELLE SCUOLE


IL TEATRO ARRIVA NELLE SCUOLE
11/12/2008, 09:12

Avvicinare alunni e docenti al teatro attraverso l’esperienza del confronto, questo è uno dei principali obiettivi del progetto “Vico Equense e il teatro della scuola”, organizzato dall’assessorato alla pubblica istruzione e dall’associazione culturale Teatro Mio. Lunedì 15, ore 12.00, presso la nuova sede municipale gli organizzatori incontreranno i dirigenti scolastici del territorio per illustrare il calendario degli spettacoli a cui gli studenti potranno assistere. Saranno 1674 i ragazzi che avranno l’opportunità di avvicinarsi al mondo del teatro e guardare rappresentazioni cha forniranno spunti di riflessione e discussione. Si comincerà il 24 gennaio con “Li 'mbruoglie de Coviello Cicula e Pullecenella Cerulo” per gli alunni delle medie (prime e seconde) della scuola Caulino di Moiano per poi procedere con incontri che si terranno ogni sabato, fino a gennaio. Tra gli altri spettacolo proposti, “Lo malato immaginario” e “Cappuccetto rosso”.

“Abbiamo pensato di introdurre il teatro nella scuola - spiega Giuseppe Cioffi, assessore alla pubblica istruzione - con l’obiettivo di creare momenti di formazione mirati ad una maggiore comprensione dell’oggetto ‘teatro’ e stabilire una didattica della visione. L’educazione dello spettatore, infatti, si basa su una serie di principi che rientrano nelle dinamiche che la scuola si trova a fronteggiare: capacità di concentrazione, educazione all’ascolto, educazione al confronto”.
“E’ nostra intenzione rafforzare l’idea di teatro educativo di impronta ‘latina’- aggiunge Salvatore Guadagnuolo, direttore artistico di ‘Teatro Mio’- e, in particolare, valorizzare il modello ‘italiano’. A tal fine presenteremo le ricerche e le esperienze più significative del nostro paese per quanto riguarda l’approccio e la formazione dei giovani verso i linguaggi dell’arte”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©