Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Mr. T e Dirk Benedict contro nuova versione cinematografica

Il vecchio A-team contro il nuovo: troppo sesso e violenza


Il vecchio A-team contro il nuovo: troppo sesso e violenza
07/06/2010, 11:06

L'11 giugno uscirà sugli schermi statunitensi la trasposizione cinematografica dell'A-team, il famoso telefilm degli anni '80 (in Italia invece toccherà aspettare una settimana in più); ma la nuova versione non è piaciuta ai "vecchi" partecipanti al telefilm. A cominciare da Laurence Tureaud, vero nome di Mr. T, l'attore di colore con i capelli alla mohicano, che nel telefilm faceva Bosco Baracus, soprannominato P.E. (Pessimo Elemento). L'attore dice al Sunday News: "Mi avevano offerto di fare un cameo ma ho rifiutato, perché sapevo che cosa sarebbe successo. Nel film c’è un sacco di gente che muore ed è pieno di sesso, mentre nella nostra serie non si faceva male nessuno ed era fatto tutto per ridere e divertire le famiglie. Ma questi elementi ormai non sembrano interessare più a nessuno". Non molto differente è il commento di DIrk Benedict, che nelle 97 puntate del telefim faceva Templeton Peck, alias "Faccia da sberla": "Se sbatti le palpebre, non mi vedi nemmeno e rimpiango davvero di aver partecipato, perché la mia è una non-parte. Loro volevano solo essere in grado di dire 'abbiamo anche il cast originale', ma non è affatto così. Io appaio per appena tre secondi e lo considero una specie di insulto". Naturalmente non può rilasciare dichiarazioni George Peppard, morto nel 1984, che nel telefilm era il capo John "Hannibal" Smith (chi seguiva il telefilm ricorderà il suo "Adoro i piani ben riusciti"). Mentre si trincera nel silenzio anche Dwight Schultz, che nel telefilm era Murdock "Matto volante", che ha collaborato nello staff del film.
Non avendo visto il film, è difficile fare un confronto, anche se nel trailer fa vedere per esempio un aereo distrutto in volo dalla mitragliatrice di un carro armato. Tuttavia una cosa è vera: per 97 puntate sono riusciti a non far morire nessuno e il massimo che si vedeva di "hot" era templeton Peck che invitava a pranzo o a cena una bella ragazza. Eppure il telefilm era divertentissimo, proprio per la spiccata caratterizzazione dei personaggi, i contrasti comici tra P.E. e Murdock; l'abilità del primo nel creare armi partendo da oggetti di uso comune; la seduzione - sempre di classe e mai volgare - di Templeton Peck e la furbizia di Hannibal nel trovare il piano migliore per risolvere la situazione. Il tutto con fucili e pistole che colpivano solo il terreno o i muri e gli scontri che avvenivano solo a suon di cazzotti, di voli acrobatici e di inseguimenti in automobile.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati