Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Il Villaggio Creativo dal 30 aprile a Città della Scienza


Il Villaggio Creativo dal 30 aprile a Città della Scienza
29/04/2013, 11:18

Arte, scienza, musica e teatro. Ed ancora sport, natura e un'attenzione particolare all'educazione alimentare e civica. Per il secondo anno consecutivo a Lilliput – Il Villaggio Creativo ci sarà tanto da imparare, ma anche da creare e da immaginare. La manifestazione dedicata all'infanzia, promossa da Exit Communication in collaborazione con l’Ente Fiera Promoberg, torna dal 30 aprile al 5 maggio 2013 a Napoli, dopo il clamoroso successo dell'anno scorso, con oltre diecimila visitatori tra adulti e bambini. Ieri come oggi la location non cambia e anche per il 2013 sarà Città della Scienza ad accogliere l'evento e i sorrisi dei bambini e dei loro genitori che parteciperanno alle tante attività in programma.

Lilliput è, infatti, il primo grande evento che si svolge nel polo scientifico e culturale di Bagnoli dopo il terribile incendio nella notte del 4 marzo scorso. Per ovvie ragioni gli spazi che saranno utilizzati non sono quelli del Science Center andato distrutto, ma quelli dell’area congressuale antistante e degli annessi giardini. Per tutto il resto la formula vincente della manifestazione non cambia. Anzi il fitto programma di laboratori, spettacoli, incontri si arricchisce ancora di più.

La kermesse punterà, come da tradizione, sull’interattività e l“arte” del gioco semplice, rivisto in base alla più aggiornate tendenze didattiche e pedagogiche e in linea con i più recenti canoni europei. La manifestazione rivolgerà ampia attenzione alla responsabilità sociale e ambientale, alla divulgazione scientifica, nonché alle varie espressioni artistiche e ludico – sportive, prevedendo il coinvolgimento delle maggiori realtà del territorio locale e nazionale, suddivise in sei aree tematiche: Scienza e Tecnica (Natura Sottosopra; Scienza Semplice; Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno; Unione Astrofili Napoletani; Scintille; Campania Felix Kite Team); Teatro, Musica e Cinema (La Fabbrica del Divertimento; Circo Corsaro; Vico Pazzariello; Giffoni Experience; NapoliWithMe; Compagnia delle Fate; Teatro Le Nuvole; Ammuina Village); Arte (Associazione Verace Pizza Napoletana; Perzechella; Bom Dia; Ludobus – Arti in Gioco); Educazione Ambientale e Alimentare (C.S.I. Gaiola onlus; Agrigiochiamo; Ardea; Aicote Onlus; Mulino Bianco; Yma; Fattorie Felix; Consorzio Tutela Mozzarella di Bufala Campana); Educazione Civica (Mulino Bianco; Vigili del Fuoco; We Cane; Emergency; Giovani della Croce Rossa Italiana; SIUA Scuola di Interazione Uomo Animale; CSV Napoli; Gabbianella Club); Sport (Partenope Rugby Junior; No Limits ASD; Olimpic Center; Khipu Associazione; Panini).

Una giornata tipo a Lilliput? Si inizia alla grande con Pompieropoli e le attività dei Vigili del Fuoco. Si continua con la visita alla fattoria didattica per conoscere da vicino la vita degli animali. Appuntamento poi alla Sala Newton per le acrobatiche esibizioni circensi del Circo Corsaro di Scampia (in programma sabato 4 maggio alle ore 13.00). Ed ancora il laboratorio di Natura Sottosopra per creare una eco-car, e interrogarsi su come saranno i trasporti del futuro senza petrolio. Il pomeriggio può essere all'insegna del gusto con i corsi dell'Associazione Verace Pizza Napoletana e Perzechella e dei laboratori Yma e Mulino Bianco. Ed infine tanto sport: dal rugby alla scherma, dal tiro con l'arco alla ginnastica artistica, al calcio grazie anche al supporto di Panini.

“Siamo felici di ritornare a Città della Scienza per il secondo anno – spiega Daniela Serra, Amministratore Unico di Exit Communication – Non abbiamo mai messo in discussione questa location anche all'indomani del rogo. Napoli è stata la prima città ad accogliere Lilliput nel Sud Italia ed è proprio il polo scientifico di Bagnoli, un luogo votato alla cultura e alla ricerca, la sede naturale di questa manifestazione che punta alla crescita e alla formazione delle nuove generazioni”.

La II edizione di Lilliput gode del patrocinio morale della Regione Campania, del Comune di Napoli e della RAI, e si fregia del prezioso attestato di fiducia e stima riservato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, comprovato dalla donazione – per il secondo anno consecutivo - di una medaglia di riconoscimento per l’alto valore culturale ed educativo dell’evento.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©