Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Il vincitore del 'Grammy Awards' Mamadou Diabate in concerto a Viggiano


Il vincitore del 'Grammy Awards' Mamadou Diabate in concerto a Viggiano
04/08/2011, 13:08

Mamadou Diabate, vincitore nel 2009 di un Grammy Awards nella categoria Best Traditional World Music con l’album “Douga Mansa”, per la prima volta in carriera si esibisce dal vivo in Basilicata. Venerdì 5 agosto a Viggiano (PZ) per la IV edizione del “Festival dell’Arpa Viggianese”, il musicista maliano – considerato uno dei massimi suonatori di kora al mondo – presenta il suo recital tra ritmi della tradizione africana, echi di jazz e celebrazione della cultura griot. Oltre al live set, Diabate è protagonista di un workshop pomeridiano all’Hotel dell’arpa, nell’ambito dei corsi musicali tenuti da Anna Pasetti e Lincoln Almada.

In programma, inoltre, il doppio concerto (al pomeriggio per le vie del centro di Viggiano e in serata al Mandorleto) dei Watimona, ensemble del Burkina Faso attivo da oltre un ventennio.

Il gruppo presenta un repertorio composto da musiche tradizionali, eseguite con strumenti africani a percussione (djembé, balafon, maracas, doun-doun-ba, kenkeni, campane) e voci, completando lo show con danze tradizionali.

JUL al secolo Giuliano Marco Mattioli presenta, invece, un set per arpa e voce ambientato a cavallo fra il 1800 e il 1900, tra i poeti maledetti, lo stile Liberty e i quadri dei pre-raffaeliti e degli impressionisti. In scaletta composizioni di Paul Bazelaire, Giacomo Puccini, Philippe Gaubert, Francesco Tosti, Ernest Chausson e Maurice Ravel.

Infine, i dj set del polistrumentista Darius Darek protagonista all’Hotel dell’Arpa dell’aperitivo musicARPAinsieme (alle 19) e del Harp Club al Mandorleto (dalle 23.30).

Il “Festival dell’Arpa Viggianese” - evento che celebra la secolare tradizione arpistica lucana – è organizzato dall’assessorato comunale al Turismo e allo Spettacolo con il sostegno di Frame Evolution e il patrocinio della Regione Basilicata, della Provincia di Potenza, della Comunità montana Altro Agri e dell’Ente Parco nazionale dell’Appennino lucano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©