Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

In libreria Il coltello e il mercato di Marcella Marmo


In libreria Il coltello e il mercato di Marcella Marmo
12/05/2011, 10:05

Nella celebrazione dei centocinquant’anni dell’unità nazionale, Marcella Marmo ricostruisce l'altra Italia, quella della “camorra in coccarda tricolore”. Tra Otto e Novecento, leggiamo di quell’Italia unita nelle pratiche e nei linguaggi camorristici: dal concetto di “onore” a quello di “guapparia”, fino alle categorie fin troppo note di “estorsione” e “protezione”.

Il coltello e il mercato è uno straordinario affresco della camorra organizzata. Diffusa, radicata prima e dopo l’unità d’Italia, in molti spazi della vita economica, sociale e per molti aspetti analoga al fenomeno odierno.

Tra le fonti storiche e antropologiche, i termini e i comportamenti di un passato che non passa, restituiscono un pezzo di storia collettiva a chi, nella crisi dell’Italia contemporanea, è interessato a non perdere le tracce della memoria e dell’identità.

Marcella Marmo insegna Storia contemporanea presso l'Università degli studi di Napoli "Federico II". Il suo campo di ricerca è la storia della criminalità e della politica criminale in Italia tra Otto e Novecento. Tra i suoi libri Quando crolla lo Stato: Studi sull'Italia preunitaria (Napoli, 2003)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©