Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

In libreria "Prima del disincanto" il nuovo libro di Attilio Wanderlingh


In libreria 'Prima del disincanto' il nuovo libro di Attilio Wanderlingh
21/03/2012, 13:03

In libreria da venerdì 23 marzo 2012, “Prima del disincanto - Diario di una generazione in qualche racconto 1968-1980” di Attilio Wanderlingh, edito da Intra Moenia.

Sei racconti per descrivere ed entrare nel cuore e negli sbagli di una generazione che ha creduto, sperato, immaginato un mondo migliore. Il nuovo libro del fondatore delle Edizioni Intra Moenia è un viaggio a ritroso nel tempo: il Centro America sconvolto dalla guerriglia alla fine degli anni Settanta, il Corno d’Africa all'epoca del conflitto tra Eritrea ed Etiopia, il Libano nella guerra civile tra palestinesi e destra falangista, il settembre nero in Giordania nel 1970, l’invasione sovietica a Praga, il ’68 e gli anni della contestazione. Il tutto visto attraverso gli occhi di un giovane reporter che vive da protagonista la Storia, anche grazie a incontri cruciali come quello con Carlos, il terrorista venezuelano, leader del Fronte Nazionale di Liberazione della Palestina.

È possibile narrare della generazione che ha fatto il '68 e ha attraversato gli anni '70, senza cadere nella retorica, o all'opposto nella cupezza? Questo diario ci prova, scegliendo uno stile scorrevole, ironico, “disincantato”, ma al tempo stesso evocativo di storici avvenimenti vissuti in prima persona dall'autore. Tra tutti, appare centrale il racconto della figura di Ilich Ramirez Sanchez conosciuto nel 1970 in un campo d'addestramento internazionalista: un'esperienza che forse fu alla base della sua successiva e drammatica scelta terroristica.
Il titolo, “Prima del disincanto”, deriva dal tratto esistenziale con cui sono filtrati quegli anni: la tenerezza del ricordo, ma anche la consapevolezza della fragilità di quelle speranze. Il volume è corredato da fotografie in bianco e nero che lo rendono un vero e proprio documento storico.

Attilio Wanderlingh è, nel gergo comune, un sessantottino. Fondatore e direttore delle Edizioni Intra Moenia, ex giornalista, ogni tanto scrive qualche libro e vive sei mesi all'anno in Africa per continuare a illudersi di fare qualcosa di utile.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©