Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Giubileo Straordinario per Napoli

In migliaia in città ad inneggiare alla vita e alla legalità


.

In migliaia in città ad inneggiare alla vita e alla legalità
07/02/2011, 16:02

Napoli - Una metropoli in cammino insieme al suo pastore, una gioia immensa nel cuore , la speranza per un futuro migliore, più giusto, più solidale, nell'amore, nella pace, nella fratellanza nel nome di Cristo, il nostro Signore. Con queste intenzioni di preghiera e di azione pastorale e civile, l'arcivescovo metropolita di Napoli il cardinale Crescenzio Sepe, ha aperto ieri il Giubileo straordinario per Napoli, nell'ambito della 33° giornata della Vita. Migliaia e migliaia di persone, associazioni e confraternite di ogni ordine, sono accorse al richiamo del pastore, e sotto un cielo affollato di palloncini colorati, hanno sfilato nel centro città inneggiando alla vita come dono di Dio. Il cardinale Sepe, ha rimarcato con forza la grande necessità di speranza di cui la città ha bisogno, nel ritrovare se stessa, le sue origini e la sua anima solidale e fraterna. Un Giubileo straordinario per Napoli, per la sua voglia di rinascere, di rappresentare un alternativa a se stessa, e tornare ad essere quel giardino nel quale ogni buona intenzione fiorisce col fiorire stesso dell'idea di metterla in pratica. La "Passeggiata in famiglia", così definita dal porporato si è svolta tra Piazza Dante e Piazza del Plebiscito dove erano gli stand di tutte le associazioni che hanno partecipato all'evento. Il cardinale Sepe si è detto soddisfatto dell'afflusso di persone "segno che quando le campane suonano la gente ancora corre, non certo come per la politica...". Dal raduno di Piazza del Plebiscito l'arcivescovo ha dato alla folla appuntamento per il prossimo 11 febbraio quando verrà aperta la porta San Gennaro, la prima delle quattro porte giubilari.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©