Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

"In pensiero" n.4 presentazione a TRIP


'In pensiero' n.4 presentazione a TRIP
24/05/2011, 11:05

Domani mercoledi 25 maggio dalle ore 19,30 Trip, in occasione dell'uscita dell'ultimo numero della rivista, "in pensiero" n. 4, presenta una serata di esposizione, performance, live e proiezioni con Gabriele Frasca, Guido Acampa, Gianluca Riccio e Gianmaria Nerli. "In pensiero" presenta i contenuti multimediali del suo ultimo numero, proponendo una performance live di Gabriele Frasca, una esposizione fotografica di Gianluca Riccio, un videomusicale di Canio Loguercio, uno spoken music di Lello Voce, l’anteprima di un nuovo film di Guido Acampo & Gabriele Frasca , e tanto altro…

“in pensiero” arti e linguaggi che sperimentano il presente

Come titolo per una rivista suona strano, ma ha il pregio di essere chiaro: dice subito di un essere in pensiero e insieme allude a un movimento, a un essere in pensiero. Del resto in certe epoche per essere in pensiero occorre essere in pensiero, o viceversa per far ripartire un pensiero bisogna sapersi preoccupare di cosa lo sta trattenendo.
 A una rivista di arti e di linguaggi, che vuole proporre e promuovere opere e saggi che toccano il presente, questo pensiero non può che presentarsi come un groviglio di fili intrecciati e inestricabili. Con questa rivista si vuole provare a tirare qualcuno di questi fili, provare a seguirli, riconoscerli nominarli, consapevoli che pur adottando approcci molteplici, questi fili non scioglieranno tanto facilmente i loro nodi. Ma quello che più conta è sollecitare questi nodi e questi fasci di problemi, rintracciare i segni che si lasciano intorno, magari riuscire a incontrare quel tanto di inatteso e impensato che si deposita intorno.
 Per questa ragione i primi 4 numeri di «In pensiero» seguono quattro di questi fili, o meglio di questi fasci di fili, intrecciando, come si intrecciano le domande nello slancio di una ricerca, il problema dello spazio, di come lo abitiamo e lo pensiamo; il problema della voce e delle voci, dell’oralità come risorsa non mediata; il problema dell’identità e della dis-identificazione rispetto a esperienze vecchie e nuove di alterità; il problema di come si costruisce oggi l’immagine o l’immaginario del cosmo in cui viviamo, o vorremmo vivere.
Tutti questi fili tirati attraverso opere di discipline e di media diversi, come canzoni, poesie, video, fotografie, racconti, dipinti, saggi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©