Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Inaugura a Napoli "Ritmi portoghesi: frammenti dell'illustrazione e della poesia lusitana"


Inaugura a Napoli 'Ritmi portoghesi: frammenti dell'illustrazione e della poesia lusitana'
03/03/2009, 16:03

Un suggestivo connubio tra immagini e poesia della cultura portoghese contemporanea: è quanto propone la rassegna di illustrazioni "Ritmi portoghesi: frammenti dell'illustrazione e della poesia lusitana", approdata a Napoli dopo le tappe di Spagna, Parigi e Londra, presentata questa mattina nelle sale del Castel dell'Ovo, dove rimarrà fino al 26 marzo. La mostra di disegni è la prima tappa della quinta edizione del progetto "Girotondo, cambia il mondo 2009", ideato da Donatella Trotta assieme all'associazione Kolibrì, da sempre impegnata nella realizzazione di attività culturali e sociali indirizzate ai giovani in età scolare. All'inaugurazione erano presenti, tra gli altri, il sindaco di Napoli, Rosa Iervolino Russo, la curatrice Maria Luisa Cusati e l'ambasciatore del Portogallo a Roma Fernando d'Oliveira Neves. La rassegna espone circa 120 tavole realizzate da 13 illustratori portoghesi affiancate da un'ampia selezione di libri di poesie per l'infanzia e la gioventù. "Napoli ha tanti problemi - ha detto il sindaco Iervolino - ma anche tanti progetti e donne straordinarie in grado di realizzare attività importanti, soprattutto nei confronti dei bambini. Napoli è una città ricca di bambini che bisogna coinvolgere in attività culturali che li interessi e li aiuti a crescere". "In questo - conclude - il libro è lo strumento migliore perché stimola la fantasia ed aiuta i ragazzi ad ampliare i propri orizzonti". A fianco alle tavole di illustratori come Joao Caetano, Bernardi Carvalho, Teresa Lima e Alain Corbel, anche una trentina di tavole didattiche sui viaggi dei portoghesi e sulle loro scoperte di nuove civiltà. "Questa sezione - ha spiegato d'Oliveira Neves - è molto importante per noi che siamo un popolo molto orgoglioso della nostra storia di navigatori e scopritori. Il Portogallo non è un paese mediterraneo, ma ha molto in comune con gli stati che si affacciano all'interno di questo importante bacino. Lisbona, ad esempio, è una città che ha molto in comune con Napoli, soprattutto culturalmente". Nel progetto sono previste altre attività come incontri di poesia, uno dei quali con Manuel Alegre uno dei massimi poeti contemporanei, "Versi. . . diversi. Itinerario tra poesia, musica ed immagini" (Pan dal 18 aprile al 13 maggio) e lo spettacolo "Il circo delle nuvole" di Gek Tessaro (Edendlandia 6 e 7 maggio).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©