Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Inaugurato il nuovo anno accademico della Scuola di Teatro dello Stabile di Napoli


Inaugurato il nuovo anno accademico  della Scuola di Teatro dello Stabile di Napoli
08/10/2019, 11:32

Si è aperto il 7 ottobre al Teatro San Ferdinando il nuovo anno accademico – il secondo del secondo triennio – della Scuola di Teatro dello Stabile di Napoli diretta da Mariano Rigillo, con sede nella sala di Piazza Eduardo De Filippo.

Alla presenza di Mariano Rigillo e di Claudio Di Palma (coordinatore didattico della Scuola), i 21 allievi-attori hanno ricevuto il saluto dell’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli Nino Daniele, e quelli della consigliera del CdA dello Stabile Rosaria De Cicco.

Il corso – che proseguirà fino a maggio 2020 con le sue consuete 8 ore giornaliere, dal lunedì al sabato – parte con uno stage diretto dal regista Davide Iodice.

Nel corso dell’anno gli allievi studieranno Canto, Recitazione, Educazione alla voce, Recitazione in versi, Scherma, Danza, Educazione al movimento drammatico, Dizione, Drammaturgia napoletana, Estetica del Teatro e Storia del Teatro. Agli insegnamenti di base si affiancheranno stage tematici diretti da importanti registi e attori tra i quali Arturo Cirillo, Enrico Bonavera, Gilles Coullett, Lorenzo Salveti.

 

Da quest’anno la Scuola amplia le sue attività di specializzazione nel campo dei mestieri dello spettacolo dal vivo. Infatti, contestualmente al varo del nuovo anno accademico, lo Stabile ha pubblicato un bando per un Corso di Specializzazione per Macchinisti, Elettricisti e Direttori di scena, rivolto a giovani dai 18 ai 35 anni. Il corso, della durata di 200 ore complessive, di cui 80 di teoria e 120 di affiancamento al lavoro di palcoscenico, prevede un numero massimo di 25 allievi.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www. teatrostabilenapoli.it, nella sezione avvisi e bandi, o cliccando il link: http://www.teatrostabilenapoli.it/avvisi-e-bandi.

 

Commenta Stampa
di Claudia Palermo
Riproduzione riservata ©