Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Incontro con Massimo Cacciapuoti alla Feltrinelli Libri e Musica


Incontro con Massimo Cacciapuoti alla Feltrinelli Libri e Musica
07/10/2011, 12:10

Alla Feltrinelli I Libri e Musica Via S. Caterina a Chiaia, 23 Napoli Tel. 081.2405411  Lunedì 10 ottobre – ore 18.00 Incontro con Massimo Cacciapuoti in occasione della presentazione del suo nuovo romanzo Non molto lontano da qui Garzanti  Interviene Maurizio de Giovanni  Letture di Patrizio Rispo

Avevo bisogno di trovare me stesso, di capire chi ero, cosa volevo, cosa mi mancava per…la felicità. Stamattina apro io, ho le chiavi del nuovo giorno. Giacomo vuole essere padrone del proprio destino per costruire il suo piccolo angolo di serenità, quello a cui tutti abbiamo diritto. Lui è il figlio bravo dei Rossi, quelli che hanno la vineria appena dietro la piazza. Il suo piano è semplice: laurearsi e far felici i genitori. A studiare lo aiuta Cristina, l’amica del cuore fin dalle elementari – ma tra loro niente sesso, per carità, solo un bacetto dimostrativo. All’improvviso, però, arrivano a cambiargli la vita altre promesse di felicità: l’amico Francesco, dj nei locali di tendenza in giro per l'Europa; e poi Alice, che forse è la donna della sua vita…  Invece le cose non sono così semplici. Soprattutto per chi appartiene a una generazione a cui tutto sembra insieme così facile e così difficile. Una generazione precaria, che vorrebbe costruire dei legami ma si spaventa di fronte all’amore e all’amicizia. Raccontandosi mentre passa dalla vineria di suo padre – con cui ha da sempre un rapporto difficile – alle discoteche e ai capannoni dei rave, dai bar dove divide il panino con i colleghi ai pub che frequenta con gli amici, Giacomo imparerà a conoscere sé stesso e i propri sentimenti. Per capire davvero che cosa vuol dire essere felici. 

MASSIMO CACCIAPUOTI (1970) è nato a Giugliano in Campania (na) dove vive e lavora. È autore dei romanzi Pater familias (1997) – diventato un film con la regia di Francesco Patierno –, L’ubbidienza (2004), L’abito da sposa (Garzanti, 2006) e Esco presto la mattina (Garzanti, 2009).

«Una voce originale. La cosa che contraddistingue il lavoro di Massimo Cacciapuoti è il candore.» Francesco Durante, «Corriere del Mezzogiorno»  «Convince per il controllo del linguaggio, per la capacità di osservare la vita con un velo di svagata incredulità.» Giuseppe Lupo, «il Mattino»  «Traccia con mano lieve un quadro graffiante e composito di una società malata, precaria, dai fragili equilibri.» «Il Piccolo» I lettori Rossella: «Bellissimo libro, deliziosamente rinfrescante nella sua ferocia, colpisce spietatamente a 360° ma lo fa con una scrittura di una grazia e finezza incredibili». Antonio: «Bello, molto bello. Divertente, appassionante.» Cinzia: «Scrittura veloce, brillante, essenziale e comunque efficace nel rendere sentimenti opinioni e giudizi, brillante e profondo». Giuseppe: «Mi sono divertito molto a leggere questo libro leggero, scanzonato, che colpisce duro, non risparmiando nessuno, verso un happy ending davvero gustoso.».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©