Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Informazione e persone Lgbt: i giornalisti campani si misurano con “L’orgoglio e i pregiudizi”


Informazione e persone Lgbt: i giornalisti campani si misurano con “L’orgoglio e i pregiudizi”
14/10/2013, 12:28

NAPOLI - Giornalisti, esperti, scrittori e attivisti per parlare di media e persone Lgbt, ovverosia lesbiche, gay, bisessuali e transessuali: si terrà a Napoli venerdì 18 ottobre (Antisala dei Baroni del Maschio Angioino, ore 9-14) l’incontro “L’orgoglio e i pregiudizi”, organizzato dall’agenzia di stampa Redattore Sociale su incarico dell'Unar, l’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali.
Dopo Milano e Roma, quello di Napoli, che vede la collaborazione del gruppo di imprese sociali Gesco, è il terzo di un ciclo di 4 seminari di formazione su genere e orientamento sessuale (la chiusura è a Palermo il 22 ottobre).
Operatori dell’informazione e della comunicazione saranno chiamati a misurarsi - come recita il sottotitolo degli incontri - sul terreno di una "informazione rispettosa delle persone LGBT". Un tema di particolare attualità che viene affrontato proprio nei giorni del dibattito sulla legge anti omofobia e delle polemiche attorno al "caso" Barilla.
Diviso in tre sessioni, il seminario nella prima prevede un inquadramento di tipo storico-sociologico e un'analisi dei principali problemi nella trattazione sui media dei fatti riguardanti le persone LGBT; nella seconda si parlerà difamiglie "contro natura", mentre la terza sessione sarà dedicata a una discussione sulla pratica giornalistica quotidiana, che a Napoli prevede un approfondimento sulla trattazione della transessualità in chiave di cronaca nera.
Dopo i saluti di Alessandra Barberi dell’Unar e del vicesindaco di Napoli Tommaso Sodano, si alterneranno gli interventi di esperti, attivisti e rappresentanti dell’informazione come Paolo Valerio, Andrea Pini, Claudio RossiMarcelli, Lorenza Soldani, Ingrid Lamminpaa, Tommaso Giartosio, Ottavia Voza, Loredana Rossi, Ida Palisi, Carmela Maietta.
La partecipazione ai seminari è gratuita.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©