Cultura e tempo libero / Enogastronomia

Commenta Stampa

Insieme a olio extravergine vino e ortofrutta per prevenire i tumori


Insieme a olio extravergine vino e ortofrutta per prevenire i tumori
22/03/2013, 15:53

Extravergine d’oliva per la prevenzione oncologica. E’ l’iniziativa promossa da Lilt, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, e Campagna Amica di Coldiretti  che domenica mattina, 24 marzo, in Villa Comunale a Napoli vedrà i volontari dell’associazione proporre ai cittadini bottiglie di olio italiano al 100 per cento. Il tutto con l’obiettivo di raccogliere fondi per la ricerca di cure contro il cancro ma anche di sensibilizzare i consumatori sull’importanza di adottare corretti stili di vita, a partire dalla tavola, per prevenire le patologie tumorali. L’appuntamento è dalle ore 9 (fino alle ore 13) nel piazzale antistantela Cassa Armonica. Domenica saranno spiegate le proprietà dell’olio extravergine di oliva e dei prodotti agroalimentari campani, un modo concreto per diffondere il messaggio per una sana e corretta alimentazione. La scelta dell’olio e del luogo dell’iniziativa è altamente simbolica poiché i prodotti venduti nei punti degli agricoltori di Campagna Amica sono tutti  di qualità, genuini, rintracciabili, stagionali raccolti al momento giusto ed aiutano decisamente nella prevenzione delle malattie, soprattutto quelle degenerative come i tumori.  “La Fondazione Campagna Amica– spiega il Presidente di Coldiretti Napoli Mena Caccioppoli- ha lo scopo di promuovere qualità e salubrità nei processi di sviluppo coinvolgenti il territorio, il clima, l’uomo e l’ambiente che si concretizzano nel cibo. La salute vien mangiando, è proprio il caso di dirlo, e si conquista e conserva a tavola, imparando sin da bambini le regole di una corretta alimentazione. Il nostro obiettivo è ‘culturale’ e consiste nell’aiutare a cambiare abitudini di consumo sbagliate che si sono diffuse ovunque e formare dei consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti per valorizzare i fondamenti della dieta mediterranea e ricostruire il legame che unisce i prodotti dell' agricoltura con i cibi consumati ogni giorno”. Scienza e medicina sono concordi nell’affermare che più di un terzo dei tumori non si svilupperebbe se mangiassimo in modo diverso. L’effetto nefasto di una cattiva alimentazione non è solo l’obesità. “Il 35% dei tumori –  spiega Adolfo Gallipoli D’Errico, Presidente della LILT di Napoli- si sviluppa a seguito di una alimentazione scorretta. Ciò dimostra l’importanza prioritaria di formare una vera e propria cultura della ‘buona e sana tavola’, educazione che deve partire necessariamente dall’età scolare per vivere meglio e più a lungo”. Una sana e corretta alimentazione è, infatti, un alleato indispensabile perla salute. Comela dieta mediterranea celebre per le sue virtù salutari, perché comprende molta frutta fresca, verdura e cereali, pesce, carne, e soprattutto l’olio extravergine di oliva, noto per le sue qualità protettive nei confronti di vari tipi di tumore (in particolare dell’apparato digerente e del carcinoma della mammella). Per questo l’olio extravergine d’oliva rappresenta il testimonial storico della Settimana Nazionale perla Prevenzione Oncologicadella LILT. L’olio extravergine di oliva aumenta il colesterolo buono e abbassa quello cattivo. È ricco di antiossidanti. Agevola l'assorbimento intestinale delle vitamine liposolubili e favorisce la digestione. È un alimento prezioso, adatto per ogni età, in special modo per i neonati. Aiuta, infatti, lo sviluppo armonico dei bambini.La vitamina E, che combatte lo stress ossidativo delle cellule, si concentra nella ghiandola mammaria. Da qui raggiunge l'organismo dei neonati attraverso la fase dell'allattamento. L'olio extra vergine di oliva presenta, infatti, un rapporto tra l'acido linoleico e quello linolenico simile a quello del latte materno. È la bandiera della salute; peccato che i consumatori ne consumino ancora poco. Un'alimentazione di tipo mediterraneo, in cui l'olio extravergine d'oliva sia la principale fonte di grassi, contribuisce, tra l’altro, a: correggere fattori di rischio cardiovascolari come la dislipidemia, la tendenza a sviluppare trombi e l'ipertensione; prevenire le malattie coronariche nei sani e nei malati; tenere sotto controllo la glicemia nei diabetici; controllare il sovrappeso. Inoltre, è stato dimostrato che un'alimentazione di tipo mediterraneo svolge funzioni preventive contro alcuni tumori come quelli del seno, del colon, del tratto digestivo e quelli legati a cause ormonali.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©