Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Insorgenza da inizio alle contromanifestazioni contro i 150 anni d'italia


Insorgenza da inizio alle contromanifestazioni contro i 150 anni d'italia
08/05/2010, 18:05

In una Torino allestita ageograficamente per le celebrazioni dell’Unità d’Italia centinaia di meridionali guidati dal Movimento di Insorgenza Civile hanno manifestato per le strade della città chiedendo la chiusura del Museo dedicato al razzista Lombroso e la correzione delle storture delle bugie storiche sul Risorgimento.
“Lombroso era colui che affermava concetti come questo: “ L’intero popolo del Mezzogiorno assume i connotati del delinquente atavico”. Appare chiaro – afferma Nando Dicè presidente di Insorgenza Civile – che un Museo a lui dedicato è un’ulteriore offesa alla dignità del Sud, considerato inoltre che questo Museo viene finanziato, cosi come tutte le celebrazioni dei 150 anni d’Italia, con soldi pubblici. Non è possibile accettare in silenzio la messa in scena di una storia dell’Italia non condivisa da tutti gli italiani!”.
Al termine del corteo gli Insorgenti hanno deposto le proprie bandiere fuori dal Museo Lombroso in segno d’omaggio ai briganti del Sud, veri eroi della resistenza meridionale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.