Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Intervita a Italia per l'Africa con il progetto integrato a Manga


Intervita a Italia per l'Africa con il progetto integrato a Manga
12/06/2012, 16:06

Intervita tra i protagonisti di Italia per l’Africa, il Convegno SPeRA rivolto a tutti gli operatori delle Ong, delle Onlus, delle Fondazioni e delle Associazioni di volontariato che hanno progetti di solidarietà rivolti all’Africa sub sahariana.

Monica Weis, Desk Africa di Intervita Onlus, parteciperà all’incontro “Presentazione Progetti delle associazioni - Agricoltura e utilizzo risorse naturali” giovedì 14 giugno alle ore 14.30 (Sala Mare – Museo teatro della Commenda di Prè) illustrando il progetto di Intervita a Manga, nel sud-ovest del Kenya. Il 47,2% della popolazione di questo Distretto vive in condizioni di estrema povertà: scarsa istruzione, malaria endemica, un tasso di infezione HIV/AIDS molto elevato (intorno al 6,9%) sono tra le caratteristiche principali della zona di intervento.



Intervita a Manga ha scelto un approccio integrato (educazione, salute e sicurezza alimentare) che possa coinvolgere l’intero territorio e in cui la partecipazione di tutte le comunità è una condizione imprescindibile per la riuscita del progetto stesso. L’attività di Intervita a Manga si caratterizza per un intervento multisettoriale che mira a ottenere un impatto a lungo termine sulla comunità i cui 103.650 abitanti esercitano una pressione sempre più forte sui 111,5 kmq di terra disponibili sia per lo sfruttamento agricolo sia per l’installazione di tutte le strutture necessarie quali abitazioni, sistema idrico, etc.



Intervita auspica che i risultati ottenuti tramite questo progetto spingano le istituzioni centrali e distrettuali a collaborare in attività simili generando un effetto moltiplicatore. I principali assi di intervento sono l’educazione, la salute e la sicurezza alimentare con una particolare attenzione agli aspetti igienici e di accesso all’acqua al fine di prevenire malattie curabili soprattutto nelle fasce più deboli della popolazione ovvero donne incinta e bambini. Per questo, tra le attività prioritarie c’è stata la costruzione di un reparto maternità all’interno dell’ospedale, di un mercato coperto e di un pozzo per l’ospedale e il mercato, inoltre Intervita ha lavorato sull’implementazione di orti scolastici e la formazione sulle tecniche agricole appropriate e sui principi base della nutrizione.



Il Convegno SPeRA nasce in questa nuova edizione dalla collaborazione del Ministero degli Affari Esteri con l’Università di Genova. L’organizzazione sarà gestita dal Consorzio SPeRA (un consorzio di 23 Onlus liguri, che dà il nome al congresso) e dalla Onlus “Medici in Africa” (costituita dall’Università e dall’Ordine dei Medici di Genova). Il coordinamento scientifico sarà tenuto da una commissione di esperti dell’Università di Genova.



Nel corso del Convegno, sono previste anche tre sessioni speciali: la prima inerente le attività di cooperazione delle Università italiane verso l’Africa, la seconda riguardante le imprese italiane che operano nel sub-sahara ed infine una sessione dedicata ai filmati e documentari amatoriali realizzati sul territorio africano.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©