Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Guarda l'intervista esclusiva

IntiIllimani in concerto ad Ischia



IntiIllimani in concerto ad Ischia
06/08/2010, 16:08

Applausi a scena aperta e pubblico all’impiedi per omaggiare lo storico gruppo musicale cileno degli Inti-Illimani, esibitisi questa sera mercoledì 4 agosto 2010 a Casamicciola Terme, uno dei sei Comuni della stupenda e impareggiabile Isola d’Ischia. Il gruppo nacque nel lontano 1963 in Cile, Paese che dovettero lasciare nel 1973 a causa del sanguinario colpo di stato del Generale fascista Augusto Pinochet che si impadronì del potere dopo aver fatto ammazzare il Presidente democraticamente eletto, Salvator Allende. Sostenitori della democrazia cilena deposta, gli Inti-Illimani non potettero più far ritorno nel proprio Paese e girovagarono il mondo portando in giro musiche, inni e canti rivoluzionari che ovunque accompagnarono le lotte che i popoli portarono avanti in quegli anni a difesa dei diritti civili.



A fare gli onori di casa c’era il Sindaco di Casamicciola, il Dottor Enzo D’Ambrosio, il quale oltre ad averli ringraziati per la loro presenza nella Cittadina termale, ha voluto ricordare il primo concerto che lo storico gruppo cileno tenne sull’Isola ben trentatre anni fa. Durante l’intervista abbiamo raccontato, tra le risate degli Inti-Illimani, un aneddoto che nei giorni scorsi ha visto protagonisti il sottoscritto e il Sindaco di Casamicciola che, memore della grande manifestazione di protesta popolare che tenemmo la settimana scorsa e a seguito della quale si paralizzò il traffico viario sull’intera Isola, si preoccupò di chiedermi se per caso per stasera avevamo organizzato manifestazioni di protesta. Scherzando e ridendo, gli Inti-Illimani hanno detto che avrebbero seguito il corteo o che la manifestazione sarebbe potuta finire al concerto così da avere ancora più spettatori. Lo storico concerto, bene organizzato nei minimi dettagli, è stato seguito da circa duemila persone che hanno apprezzato vecchi e nuovi brani degli artisti cileni. A un certo punto, sorpresa delle sorprese, gli Inti-Illimani grazie al contributo di Pino Montanaro, si sono esibiti persino nella napoletanissima tammurriata nera. L’unica canzone che non hanno cantato, è stato l’inno “Venceremos”, tra le più belle e rivoluzionarie canzoni del gruppo cileno che ricordano il tragico colpo di Stato.

Infine, in ricordo dei tragici avvenimenti del Cile e affinchè non si offuschi la memoria storica su quanto accadde quel lontano 11 settembre 1973, vi facciamo sentire in esclusiva la voce del Segretario generale del PCIML, Domenico Savio, che in quei giorni in un comizio tenuto in piazza proprio sull’isola d’Ischia, solidarizzò col popolo cileno. In questo eccezionale documento audio storico che può essere sentito nel servizio giornalistico realizzato da PCIML-TV, e anche grazie alla contagiosa oratoria di Savio, si può ascoltare il patos e la tensione che si respirava in quei giorni non solo in Cile ma in tutto il mondo.

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©