Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Con Sebastiano Somma, Tosca D’Aquino e Bruno Colella

“Io, Eduardo De Filippo” da domani al teatro Delle Palme


“Io, Eduardo De Filippo” da domani al teatro Delle Palme
13/01/2010, 13:01

NAPOLI - Sebastiano Somma, Tosca D'Aquino e Bruno Colella ripropongono, da domani, giovedì 14 a domenica 24 gennaio, al Delle Palme di Napoli, la vita e le opere del grande maestro del teatro partenopeo con uno spettacolo che racconta il grande Eduardo a tutto tondo e prende a piene mani l’essenza di De Filippo con una sorta di pout-pourri. "Frammenti di commedie - spiega il regista Bruno Colella - schegge di poesie, canzoni immaginate, ricette adorate, aneddoti del tutto inventati, incontri realmente avvenuti". Il palco rappresenta un immaginario camerino, tempio sacro dell’attore in cui si vivono momenti emozionanti per chi svolge questo lavoro, dalla preparazione prima di salire sul palco all’incontro con il pubblico a fine serata. Colella non ha voluto soffermarsi su aneddoti reali, magari trasformati passando di bocca in bocca, ma ha voluto immaginare momenti di vita frammentandoli con canzoni, poesie e tutta la magia del teatro di Eduardo. Un regalo grande per il pubblico che ama De Filippo e una possibilità nuova e diversa per rivivere le atmosfere del suo teatro.
Ad intraprendere questo originale percorso sono attori che a Napoli sono molto legati e che tornano nella propria città per la loro grande passione per il teatro e i suoi personaggi chiave. Sebastiano Somma non è nuovo alle collaborazioni con Bruno Colella, mentre Tosca D’Aquino, che sarà un pò l’anima più comica della pièce, torna a recitare nella sua città di nascita. Gli altri artisti che saranno impegnati in questo spettacolo, prodotto da “Laboratori Flegrei” e “Rossini”, sono Marco Tornese e Gea Martire, accompagnati dalla voce di Nicola Vorelli che impreziosirà le canzoni originali che Eugenio Bennato ha creato, mettendo in musica le poesie dello stesso Eduardo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©