Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Legge vieta esecuzione di brani musicali con voci femminili

Iran, voce solista femminile: arrestata band musicale


Iran, voce solista femminile: arrestata band musicale
06/12/2010, 15:12

Tra le tante leggi dell’Islam in Iran, ce n’è una che mette al bando la produzione di musica eseguita da voci femminili. È il caso di una band iraniana che suonavano “clandestinamente” nei seminterrati di alcuni palazzi abbandonati nella cittadina di Mashad. I cinque componenti della band, due donne e tre uomini, sono finiti in cella, secondo quanto annunciato dal capo della polizia etica della regione Khorasan Razavi, il generale Mostafa Ahmadi a seguito di accurate indagini della polizia etica della cittadina iraniana, ha portato all’individuazione della band musicale, che stava suonando in un palazzo abbandonato nella periferia di Mashad. Secondo l’accusa producevamo materiale musicale illegale avvalendosi di voci femminili. Secondo la legge islamica presente in Iran, è proibita qualsiasi forma di canzone e musica con voci femminili. Al momento secondo quanto riporta il sito web dell’associazione Herana, impegnato nel rispetto dei diritti umani, non si conoscono i nomi dei musicisti arrestati. Ricordiamo che In Iran negli ultimi anni migliaia d i giovani, per protestare contro la censura del governo iraniano per la censura imposta in ambito musicale, hanno dato vita a centinaia di music band clandestine, dei più svariati generi musicali, tra i più cantati musica rap e musica pop, diffondendoli poi tramite Internet o canali satellitari.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©

Correlati