Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

ItalAfrica Centrale e Giffoni Film Festival si uniscono


ItalAfrica Centrale e Giffoni Film Festival si uniscono
02/08/2010, 17:08

ItalAfrica Centrale e Giffoni Film Festival si uniscono dando vita ad una sinergia finalizzata a determinare, già nel breve periodo, importanti sviluppi nel campo della evoluzione/emancipazione culturale di molte comunità sub sahariane.

“L’obiettivo è avviare, attraverso le assolute competenze ed esperienze acquisite in 40 anni di attività dal Giffoni Film Festival, più percorsi virtuosi di crescita socio economica in Paesi in cui le condizioni per lo sviluppo di tradizioni culturali antichissime quanto generalmente inespresse, sono state create da governi finalmente lungimiranti anche nel sociale” spiega l’ing. Alfredo Cestari, fondatore e presidente di ItalAfrica Centrale. “Sono sicuro che, mostrate tutte le sue potenzialità, la fascia sub sahariana in cui opera ItalAfrica (19 Paesi per oltre 500 milioni di abitanti, tanti quanto quelli dell’Ue, ndr) rappresenterà per il GFF un punto di riferimento stabile nella creazione di nuovi prodotti e format anche alla luce dell’imminente inizio dei lavori del Giffoni Multimedia Valley, un autentico centro direzionale cinematografico le cui attività, coordinate da Claudio Gubitosi, saranno in grado di trasformare in opere gli input culturali provenienti anche da quella importante parte di Africa”.

In dettaglio: “ItalAfrica Centrale supporterà la penetrazione del GFF nella fascia sub sahariana mettendo a disposizione del Festival tutta la rete nell’ultimo decennio creata a supporto dei già tanti ed importanti imprenditori ed industriali che scelgono l’Africa quale meta per la internazionalizzazione delle proprie imprese: contatti ed interlocuzioni dirette con strutture governative (dipartimenti e ministeri), assistenza logistica in loco, orientamento e supporto nella articolata burocrazia locale, organizzazione e pianificazione di tour nelle città e nell’entroterra (villaggi, foreste, laghi etc) dei 19 Stati.

Gubitosi e Cestari hanno inoltre pianificato un percorso che determinerà una articolata e forte presenza del GFF nella fase di costruzione e realizzazione degli eventi culturali di promozione che accompagneranno la città di Milano all’appuntamento con l’Expo 2015 “esperienza in cui il Giffoni Film Festival dovrà essere protagonista”, assicura Cestari.

A seguito di una costante e fitta operazione diplomatica ItalAfrica Centrale determinò, nel 2008, l’attribuzione di 12 voti a favore di Milano da parte di altrettanti Governi di Paesi sub sahariani. Alcuni voti furono espressi direttamente, altri attraverso deleghe conferite da Presidenti o ministri all’ing. Cestari.

L’ing. Cestari ha chiuso invitando il Giffoni Film Festival alla missione economica e diplomatica in 7 Paesi dela fascia sub sahariana del prossimo mese di gennaio “definita con il vice presidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella”.

Claudio Gubitosi ha raccolto l’invito: “Attraverso la sinergia con ItalAfrica Centrale il Giffoni Film Festival diventa evento globale, si arricchisce la nostra visione del mondo. Già nell’edizione 2011 garantiremo ampio spazio alle culture cinematografica subsahariana”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato, stamattina, anche gli assessori provinciali Generoso Andria e Antonio Iannone: “La Provincia – hanno detto – accompagnerà i processi di crescita del festival ritenendo assolutamente meritoria l’azione si stimolo della Camera di Commercio ItalAfrica centrale e del suo presidente ingegnere Cestari”.



Giffoni Valle Piana, 31 luglio 2010

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©