Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Jazz Inn Capri al Teatro del Grand Hotel Quisisana


Jazz Inn Capri al Teatro del Grand Hotel Quisisana
05/09/2012, 10:26

Le note delle musiche dei mostri sacri del jazz, da Duke Ellington a Cole Porter e Thelonius Monk, risuonano sotto le artistiche volte del Teatro del Grand Hotel Quisisana, disegnato da Giò Ponti, e rapiscono un pubblico esperto e selezionato che ogni sera, a partire dal 1 Settembre, fino al 5, può soddisfare la propria passione ascoltando buona musica jazz. Il cartellone messo in piedi dagli organizzatori di Jazz Inn Capri, manifestazione ideata da Nesea e Musicology sotto la direzione artistica di Elio Coppola nell’ambito del Grand Tour 2012 dell’Assessorato alla Cultura della Città di Capri, è di altissimo valore ed ha messo in scena tutti i talenti italiani e stranieri che suonano questo stile musicale. Dopo Antonio Ciacca con Hugo Alves e Max Ionata ed il Sextet Monkiana Be Monkiana Bop nella serata di apertura,  è stata la vosta dell’Inside Quartet con special guest Giovanni Imparato. E lunedì sera, in una serata magica il pubblico del teatro ha ascoltato una musica eccezionale  grazie al Dado Moroni Trio, uno dei più apprezzati pianisti di jazz al mondo cresciuto sotto la guida del più grande contrabbassista di tutti i tempi,Ray Brown. La magia del concerto di ieri ha coinvolto oltre che il pubblico anche i componenti del Comitato d’Onore, che ha avuto in sala un’icona della musica italiana, quale Peppino di Capri che ha speso parole di elogio per i suoi colleghi jazzisti ricordando la traccia che è stata lasciata sull’isola dal passaggio delle band di jazz americano che erano presenti a Capri nell’immediato dopoguerra quando Capri era sede di residenza di importanti militari americani che suonavano questa “stranissima” musica che arrivava da oltreoceano, insegnandola anche a Peppino, che allora aveva appena cinque anni. Ad accompagnare Dado Moroni, due grandissimi jazzisti quali Tommaso Scannapieco ed Elio Coppola che con la loro esibizione hanno riscosso applausi entusiasti dal pubblico, prima di dare appuntamento per le altre serate. Al termine della terza serata di Jazz in Capri, Giusy Perrotta ha consegnato a Peppino di Capri, special guest della serata il simbolo del Jazz Inn Capri 2012, una raffinata creazione disegnata dalla designer di gioielli Antonella Puttini in edizione limitata, un gioiello che racchiude i simboli del jazz quali il contrabbasso ed il sax e quelli di Capri, ovvero i Faraglioni. La manifestazione si chiuderà venerdì ed è possibile ascoltarla in diretta su internet  collegandosi alla “Gin and Juice Webradio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©