Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Josephine Foster in concerto aprirà il live di Josephine il set strumentale, per chitarra spagnola, di Victor Herrero


Josephine Foster in concerto aprirà il live di Josephine il set strumentale, per chitarra spagnola, di Victor Herrero
22/03/2010, 18:03

Folk primitivo, fiabe per bambini messe in musica, addirittura letteratura tedesca.
Tanti elementi convergono nella musica di Josephine Foster, personaggio cui l’etichetta di cantautrice va davvero stretta. Artista a tutto tondo, poetessa e compositrice, si confronta stavolta con le poesie di una fondamentale autrice americana del 19simo secolo come Emily Dickinson.
Le lievi melodie di Josephine sorreggono i testi della Dickinson e ne offrono fulminee interpretazioni acustiche. Sono brevi incantati viaggi che nel loro immaginario contemplano i massicci montuosi del Massachusetts ed un eroe popolare come William Tell. La Foster nasce e si forma musicalmente in Colorado e artisticamente il suo bagaglio è arricchito da molteplici ascolti, che spingono ben oltre la cultura della pop music e del folk. La sua voce, squillante, rimane un caso unico nel panorama contemporaneo. Paragoni sono stati tracciati con una grande eroina del passato come Shirley Collins ed un inarrivabile Tiny Tim, ma l’originalità della nostra rimane il suo punto di forza. La Foster, che si dice affascinata in egual misura dal Tin Pan Alley, dal rock and roll, dal west coast folk e dalla musica classica, riesce a far convivere cotanti elementi all’interno di un’armoniosa scrittura, che è già personalissimo biglietto da visita.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©