Cultura e tempo libero / Enogastronomia

Commenta Stampa

Kiwi italiano, De Girolamo: Al via la campagna di commercializzazione


Kiwi italiano, De Girolamo: Al via la campagna di commercializzazione
08/11/2013, 11:30

ROMA - “Il prossimo 8 novembre è una data importante per l’ortofrutta italiana; in quella data prende infatti il via la campagna di commercializzazione del kiwi italiano prodotto secondo le regole dell’accordo interprofessionale, che è stato sottoscritto da tutte le rappresentanze della filiera ortofrutticola lo scorso mese di agosto. Si tratta di una strategia che stiamo seguendo con molta attenzione e il primo successo dell’accordo per il kiwi ci dà molta soddisfazione. Fare in modo che produttori, distributori e mondo del commercio lavorino insieme per valorizzare la qualità del prodotto italiano, è uno degli obiettivi che sto portando avanti con forza nel mio mandato”.
Così il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, ha commentato la campagna di commercializzazione del kiwi italiano. Dal prossimo 8 novembre e per tutto il periodo di commercializzazione che si protrarrà fino alla primavera inoltrata, i consumatori che acquistano il kiwi italiano saranno garantiti, anche da controlli effettuati da Agecontrol, rispetto alla qualità del prodotto, in particolare rispetto alla durezza ed al grado zuccherino del kiwi prodotto in Italia. L’accordo sottoscritto nell’ambito dell’Organizzazione interprofessionale Ortofrutta Italia, organizzazione riconosciuta dal Mipaaf, prevede infatti che vengano messi in commercio solo frutti aventi parametri migliorativi rispetto agli standard delle norme di qualità ed avendoli rispettati nelle diversi fasi, dalla raccolta, al condizionamento fino alla distribuzione finale (minimo di 10° gradi brix e durezza da 2 a 3,5 kg/cm2).
“Speriamo che il lancio di questo accordo, che ha avuto anche l’avallo dei servizi della Commissione UE, sia di auspicio anche per altri prodotti. Solo lavorando insieme con l’obiettivo di valorizzare il made in Italy, dalla produzione fino ai punti vendita, abbiamo la possibilità di dare risposte ad una concorrenza sempre più agguerrita dei Paesi, anche extra UE. L’unione del comparto agricolo è infatti la migliore risposta che possiamo dare per il nostro sistema Paese”, ha concluso il Ministro De Girolamo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©