Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

L’ “Orfeo” di Riccardo Veno e la “Donnaregina” di Valentina Crimaldi, protagonisti del Maggio dei Monumenti


L’ “Orfeo” di Riccardo Veno e la “Donnaregina” di Valentina Crimaldi, protagonisti del Maggio dei Monumenti
14/05/2012, 16:05

Ancora grande successo di pubblico per la rassegna “Solo a maggio”, che tutti i weekend del mese di maggio, fino al 3 giugno propone concerti in formazione solo nella ritrovata basilica di San Giovanni Maggiore a Pignatelli.

Sabato 12 maggio, a riempire la navata centrale di una delle più importanti chiese di Napoli, è stata la musica di Riccardo Veno, sassofonista e polistrumentista partenopeo che, come un Orfeo dei nostri giorni, ha sgretolato il silenzio della basilica con i suoni di flauti indiani, flautini irlandesi e mediorientali, con gli acuti di una ciaramella e con la forza dirompente del sassofono, immergendo il pubblico in un’atmosfera surreale, creata anche grazie al sapiente uso delle loop-machines ed a un set di pedali ed effetti che permette al musicista di incidere e sovraincidere, dal vivo, più strumenti cosi da creare basi armoniche sulle quali suonare temi o improvvisare. Il musicista ha proposto brani come dal suo lavoro discografico “ Il silenzio di Orfeo”, un progetto che racchiude tutte le passioni musicali di Riccardo Veno, dalla sua sensibilità di artista del sud alle atmosfere più nordiche, dallo spirito guascone della musica balcanica fino ai colori dell’african-jazz del brano “ Ci sono parole”, in cui gioca “rumoristicamente” con un piccolo testo recitato.

Domenica 13 maggio è stata l’eleganza del flauto di Valentina Crimaldi, accompagnata dal pianoforte di Elisabetta Serio, a stupire i turisti già incantati dai marmi policromi, dai resti paleocristiani e i decori barocchi della chiesa di San Giovanni Maggiore a Pignatelli.
La forza espressiva dell’attore Gennaro Silvestro, che ha declamato versi di grandi autori partenopei, ha aperto i due concerti, ricordando a turisti e cittadini una Napoli grande capitale, non solo della musica e dell’arte, ma anche della letteratura.

La rassegna “Solo a maggio – concerti in formazione solo”, organizzata dall’associazione culturale Jesce Sole, continua il prossimo weekend con i concerti di Francesco Villani e di Mario Formisano.







PROGRAMMA



sabato 12 maggio ore 21.00
Riccardo Veno - sassofono, flauti, fiati etnici, voce

domenica 13 maggio ore 18.00
Valentina Crimaldi - flauto

sabato 19 maggio ore 21.00
Francesco Villani - pianoforte

domenica 20 maggio ore 18.00
Mario Formisano - basso

sabato 26 maggio ore 21.00
Carlo Lomanto - vocalist

domenica 27 maggio ore 18.00
Antonio Onorato - chitarre

sabato 2 giugno ore 21.00
Ciccio Merolla - percussioni

domenica 3 giugno ore 18.00
Luca Pugliese - voce e chitarra

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©