Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

La favola “La piccola farfalla Soleter” di Maria Rosaria Costanza


La  favola “La piccola farfalla Soleter” di Maria Rosaria Costanza
20/12/2010, 14:12

La favola è stata scritta a sostegno del progetto umanitario Soleterre Onlus che raggiunge i bambini meno fortunati in sette paesi del mondo (Ucraina, Marocco, El Salvador, Guatemala, India, RD Congo, Costa d’Avorio). I diritti del libro sono devoluti a questo importante programma Internazionale di Cooperazione “Butterfly”. A sostegno della favola anche gli ambientalisti: ISDE - International Society of Doctors for Environment; FNC Federazione Nazionale Clowndottori; Dipartimento Chirurgia Oncologica - Università degli studi di Roma Tor Vergata; Scienze della Formazione - Università degli studi Roma Tre; Pubblitalia srl; Scuola di illustrazione di Serena Riglietti - Accademia di Belle Arti di Urbino; Cib Unigas - per un’energia pulita - Campodarsego (Pd); Teatro Stabile San Carlino - Roma. Le favole di Maria Rosaria Costanza, pedagogista clinico, hanno offerto spunti per laboratori in molte scuole italiane primarie e secondarie. Ad oggi i suoi racconti sono stati “adottati” da 132 istituti italiani, didattico-formativi. Sulle sue favole sono stati realizzati laboratori teatrali. Molti i testi scritti e i premi letterari. L’autrice dice: “La piccola farfalla Soleter dimostra che, con impegno, anche ciò che appare impossibile può diventare possibile. La storia di Soleter ci spinge a pensare che progettare qualcosa per la nostra esistenza, qualcosa che renda la nostra vita leggendaria più di quanto lo sia realmente, è un esercizio con cui ritrovare il coraggio e i nostri super poteri segreti. Spessissimo dimentichiamo di averne e non li usiamo a dovere. Allora ecco la ricetta: leggete questa favola e tutto vi sembrerà più chiaro e infinitamente affascinante. Buon viaggio nella vita.”

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©