Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

LA BMT DI PAESTUM PRESENTERÀ MATCH


LA BMT DI PAESTUM PRESENTERÀ MATCH
12/11/2008, 19:11

 

Venerdì 14 novembre, alle ore 10, nell’ambito della XI edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum, si svolgerà, presso la sala Mercurio, la presentazione dell’iniziativa MATCH (Archaeological and Cultural Heritage for Mediterranean Tourism).
Interverranno Antonio Valiante, vicepresidente della Giunta regionale della Campania con delega ai Rapporti con i Paesi del Mediterraneo; Francesco De Sanctis, rettore dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli; Massimiliano Marazzi, responsabile del CEM (Centro Interistituzionale Euromediterraneo per i Beni Culturali) - Università Suor Orsola Benincasa; Carla Pepe, docente di Metodologia della Ricerca Archeologica presso il Suor Orsola Benincasa; Giovanni Coppola, docente di Storia dell’architettura presso il Suor Orsola Benincasa; Mariagiovanna Riitano, docente di Geografia politica ed economica presso l’Università degli Studi di Salerno; Salvatore Vigliar, project manager di Match e docente di Diritto europeo e comparato della Comunicazione presso l’Università degli Studi della Basilicata. 
Alla presentazione parteciperanno tour operator nazionali ed esteri nonchè i rappresentanti economici dei cinque Paesi Terzi del Mediterraneo (Egitto, Israele, Marocco, Turchia e Tunisia) coinvolti nell’iniziativa Match, curata dall’Università Suor Orsola Benincasa in collaborazione con il Dipartimento di Beni Culturali dell’Ateneo di Salerno.   
Match è un’iniziativa-pilota che si colloca nel progetto di cooperazione CEM (Centro Interistituzionale Euromediterraneo per i Beni Culturali), realizzato dall’Università Suor Orsola Benincasa nell’ambito dell’Operazione-Quadro per la cooperazione istituzionale della Campania nel Mediterraneo, promossa dalla Vice Presidenza della Giunta regionale della Campania con delega ai Rapporti con i Paesi del Mediterraneo e finanziata con risorse del POR Campania 2000-2006 (misura 6.5 azione b.5).
Match si prefigge, dunque, di rafforzare ed ampliare le reti partenariali interistituzionali ed economico-produttive tra la Campania e i cinque PTM-obiettivo (Egitto, Israele, Marocco, Turchia e Tunisia) nel settore del turismo archeologico e culturale per attivare un dialogo permanente su questo importante tema. 
Al tempo stesso, l’iniziativa mira a valorizzare il patrimonio culturale euro-mediterraneo promuovendo un turismo integrato e sostenibile nelle aree costiere e sub-costiere del Mediterraneo che conservano siti archeologici “minori” (nel senso di meno noti) di particolare rilevanza
A tal fine, gli esperti delle università coinvolte hanno progettato e realizzato un’innovativa piattaforma GIS (Geographic Information System), che sarà presentata nel corso dell’incontro di venerdì.   
Il GIS, efficace strumento di conoscenza e governance dei sistemi territoriali, è stato applicato a due importanti aree archeologiche della Campania - il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e il comprensorio insulare di Procida-Vivara – nelle quali sono stati ipotizzati diversi itinerari turistici.
Il progetto-pilota GIS, che servirà da modello per simili operazioni da effettuare in altre regioni del Mediterraneo, vede il coinvolgimento di istituzioni ed enti locali.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©