Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

La Camera di Commercio conclude l'estate a Napoli


La Camera di Commercio conclude l'estate a Napoli
12/09/2012, 11:32

“Napoli Danza nel segno delle Culture” è l’evento di spettacolo che si terrà venerdì 14 settembre alle 20,30 sul lungomare di via Partenope, realizzato dalla Camera di Commercio partenopea nell’ambito delle iniziative dell’”Estate a Napoli”, in parte realizzate in collaborazione con il Comune di Napoli. Ritmi e movenze espressione di tutti i popoli del mondo che danno voce ad un messaggio di tolleranza, sono i fili conduttori di questa iniziativa che conclude le manifestazioni di promozione turistica realizzate dall’ente camerale presieduto da Maurizio Maddaloni. Sarà la “Rumba degli scugnizzi” a concludere la serata che vedrà sul palco montato all’interno del “Lungomare liberato” i ballerini della  Dance Company di Silvia Ajello, direttore artistico dello spettacolo presentato da Katia Manna e diretto da Aldo Foggia. In scena le coreografie orientali alternate a passi di tango argentino, ai movimenti del sirtaki greco e al passionale flamenco. In scaletta anche i tradizionali balli tribali africani, le danze caraibiche, la “clog dance olandese” con i zoccoli di legno e, per gli appassionati del genere, le acrobazie dell’Hip Hop e della Breack Dance americana. “Napoli Danza nel segno delle Culture” si inserisce nel calendario degli eventi di spettacolo e di solidarietà realizzati ad agosto dalla Camera di Commercio di Napoli negli ospedali, nelle case circondariali e in alcuni centri di accoglienza di anziani nell’area metropolitana cittadina. “Il programma di eventi estivi realizzati dall’ente camerale – ha sottolineato il presidente Maddaloni – è all’insegna della solidarietà e a favore dei più bisognosi della nostra città e della provincia. Lo spettacolo conclusivo sul lungomare realizzato in occasione della Coppa Davis durante questo fine settimana – ha aggiunto il presidente – è soprattutto un messaggio di pace lanciato da Napoli dal sistema di rappresentanza istituzionale delle imprese attraverso la danza, espressione viva della cultura dei popoli. Investire in cultura – ha concluso Maddaloni – significa costruire lo sviluppo duraturo di un territorio e il futuro della nostra comunità e delle nostre imprese”.   

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©