Cultura e tempo libero / Viaggi

Commenta Stampa

La Confesercenti propone il turismo religioso ad Aversa


La Confesercenti propone il turismo religioso ad Aversa
31/03/2011, 09:03

Il Presidente della Confesercenti Provinciale Maurizio Pollini ha incontrato il Vescovo della Diocesi di Aversa Angelo Spinillo. “Lo scopo – evidenzia Pollini – è stato quello di dare vita ad una sinergia foriera di iniziative per il territorio di Aversa. Va detto che le piccole e medie imprese costituiscono l’asse portante dell’economia locale e la Confesercenti rappresenta uno strumento importante ed incisivo di tutela e di evoluzione di questa imprenditoria. L’associazione – sottolinea il presidente - ha sempre tutelato gli interessi del commercio e del turismo su Aversa e nei comuni limitrofi che compongono l’agro aversano. In tal senso, nel corso degli ultimi anni si sono promosse iniziative, si è dato vita alle funzioni di intermediazione sindacale per la tutela degli operatori e particolare attenzione è stata dedicata allo sviluppo del territorio. Nella città di Aversa sono presenti poco più di 3.000 attività commerciali, con circa 10.000 famiglie impiegate nel settore”.

Pollini aggiunge: “La Confesercenti Provinciale propone per la città di Aversa lo sviluppo del turismo religioso, ritenendo che la città normanna possa candidarsi a diventare motore attrattore per questa filiera, in quanto città delle cento chiese, della cultura e dell’arte.

La nostra idea è quella di dedicare tre momenti annuali, in piena collaborazione con la Diocesi di Aversa, nei quali si consente la visita guidata alle cento chiese presenti nel territorio del comune normanno. I potenziali turisti, in questo modo avrebbero modo di visitare i monumenti religiosi con l’assistenza di guide specializzate che illustrino il patrimonio, le origini, le tradizioni e le principali funzioni religiose che si svolgono nell’ambito della specifica chiesa. Un momento nuovo, un tipo di turismo innovativo per il nostro territorio e per l’intera provincia di Caserta, un momento di ricchezza e di ulteriore crescita per città di Aversa. A fianco a questi momenti, si potrebbero realizzare delle degustazioni di prodotti tipici del luogo, in modo tale da poter promuovere il territorio in tutte le sue caratteristiche positive, cioè le eccellenze di cui Aversa va fiera”.

Il presidente della Confesercenti conclude: “Crediamo che sia indispensabile il ruolo del Comune di Aversa per dare vita a questo progetto. Pertanto, sarà nostra cura chiedere al Sindaco Domenico Ciaramella e all’Assessore alla Cultura Nicola De Chiara una condivisione. Conosciamo la loro sensibilità rispetto ad alcune tematiche per questo possiamo già dire di essere a buon punto”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©