Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

"La Gioconda" di Ponchielli, martedì 23 ottobre, torna dopo vent'anni al Teatro dell'Opera


'La Gioconda' di Ponchielli, martedì 23 ottobre, torna dopo vent'anni al Teatro dell'Opera
19/10/2012, 15:31

E’ amata in tutto il mondo per le sue arie struggenti che hanno segnato la storia del melodramma come Cielo del mar, per le scene dai contrasti violenti, per la celebre pagina della Danza delle ore che ne ha conservato la memoria nell’immaginario popolare, eppure raramente viene messa in scena La Gioconda di Amilcare Ponchielli. Il Teatro dell’Opera riporta a Roma la celebre opera del compositore lombardo, martedì 23 ottobre, alle 20.30, dopo vent’anni di assenza. Arriva al Costanzi in un allestimento che porta la firma di Pier Luigi Pizzi per la regia, le scene e i costumi. Alla guida dell’Orchestra il rigore e la sensibilità della bacchetta di Roberto Abbado. Una messa in scena elegante, sul modello del grand-opéra francese con le coreografie, firmate da Gheorghe Iancu e interpretate dai ballerini Letizia Giuliani Angel Corella e insieme al Corpo di Ballo dell’Opera. Le luci sono di Vincenzo Raponi. Maestro del Coro dell’Opera è Roberto Gabbiani.

Tra le opere popolari romantiche più applaudite, per le forti tinte passionali e gli effetti teatrali drammaticamente caricati racconta una vicenda ispirata a un dramma di Victor Hugo e ambientato nella Venezia del Seicento: la protagonista, la cantatrice Gioconda sacrifica la propria vita per amore del nobile genovese Enzo Grimaldo innamorato invece di Laura, moglie del nobile e potente Alvise Badoero. Sulla scena un cast di intense voci dal mondo: Gioconda è Elisabete Matos (Marianne Cornetti 27 e 31 ottobre); Laura Adorno è Ekaterina Semenchuk (Anna Malavasi, 27 e 31 ottobre); Alvise Badoero è Roberto Scandiuzzi (Carlo Cigni, 27 e 31 ottobre); Enzo Grimaldo è Aquiles Machado (Sung Kyu Park, 27 e 31 ottobre); Barnaba è Claudio Sgura (Marco Di Felice, 27 e 31 ottobre).

Dopo la prima di martedì 23 ottobre, La Gioconda andrà in scena giovedì 25 (20.30), sabato 27 (18.00), domenica 28 (17.00), martedì 30 (20.30), mercoledì 31 (20.30). Info: www.operaroma.it

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©